Non solo Renzi .
 

Scritto da Franco Calamida, 26-06-2017 15:51

Pagina vista : 279

Favoriti : 51

Pubblicato in : La costruzione della sinistra, La costruzione della sinistra


Riporto un contributo che definirei "senza pretese". Si distingue da quelli

di coloro che han già capito tutto . Capire significa porre la basi per un rinnovamento politico

culturale profondissimo. Collettivo . Io al massimo posso essere , avendo una certa esperienza

di cose del lavoro   ,  ancora una delusa passione  e anche  buona

volontà ( in misura sempre più limitata )

uno dei 100 mila che potrebbero produrre fatti , idee, pratiche , testimonianze quotidiane .

Con pazienza, fino a diventar credibili . Allora le parole avranno un senso . franco calamida .

 

 

Siamo stati sconfitti , tutti . Con responsabilità diverse , ma tutti . E' così. quando vince la destra. Condivido tutte le critiche rivolte al PD e Renzi. Tutte . Ma il problema non è solo Renzi . Non sono utili , anzi sono dannose , le soluzioni semplici di problemi complessi . E' dannosa la teoria del tradimento , che tanti danni ha arrecato al movimento operaio. Indivudua il colpevole ( o quello che porta le maggiori responsabilità) , indubbiamente , ma non spiega nulla. Alla sconfitta dovremmo rispondere innanzitutto cercando di capire .
Io , antico figlio degli antichi Quaderni rossi dell' inchiesta operaia , potrei proporne una moderna riedizione. Rivolta anche al confronto con le nuove generazioni . Ma non propongo nulla, non ne ho l' autorità , e neppure ho la presunzione di "offrir soluzioni". So inoltre che non ve ne sono le condizioni .Al Generale sconfitto in battaglia chiesero :"Ma perchè non ha usato i cannoni ?" Rispose " per 10 ragioni , la prima è che non avevo i cannoni . Mi pare, sia pur da soldato semplice e pacifista, però evidente che per il precario o il disoccupato , per chi ha perso la speranza perchè non vede alcuna strategia di vita, ma solo i grigio riprodursi di un presente senza dignità, astenersi o ricorrere al "voto punitivo" sia una scelta che ha un suo senso . ( Non che condivido,ma certo capisco) . Morta la speranza resta la disperazione . Per loro , gli ignorati ,gli emarginati , gli abbandonati , il "voto punitivo" è il "voto utile" . Dice : "svegliatevi ". E chi devono punire ? La sinistra ovviamente. Renzi certamente , peggio non poteve fare , ma non solo lui è responsabile. La Lega Nord , alle origini , intercettò il voto operaio ; il populismo francese, inglese , nord americano e altri si alimentano della "solitudine della classe operaia"( già denunciata negli anni 80) . E anche le recenti riscosse , in direzione opposta , con Corbyn e Sanders e molti , molti giovani, sono emblematiche.
Occorrerebbe dunque una profonda revisione collettiva , ( collettiva , appunto , non " la colpa" è tua) severamente critica , di alcuni decenni di politiche della sinistra , della sua crisi e della crisi conseguente della stessa politica. Quella che Pino Ferraris definiva : " La revisione collettiva del passato , condizione per costuire il futuro". Il buon Pino fu da sempre critico nei confronti dei partiti . Studioso di Robert Michels , nato a Colonia nel 1876 -morto a Roma nel1936. Leggetelo , è molto attuale . Entrambi lo sono. Renzi non era ancora nato e neppure io . Però io l' ho letto . Lui no.


Ultimo aggiornamento : 26-06-2017 15:51

   
Cita questo articolo nel tuo sito web
Preferiti
Stampa
Invia ad un amico
Articoli correlati
Salva in del.icio.us

Commenti utenti  File RSS dei commenti
 

Valuazione utenti

 


Aggiungi il tuo commento
Solo gli utenti possono commentare un'articolo.

Nessun commento postato



mXcomment 1.0.9 © 2007-2017 - visualclinic.fr
License Creative Commons - Some rights reserved