Home arrow ADESSO BASTA! arrow Mai più... rinforziamo i sentimenti di libertà e eguaglianza

logo

Mai più... rinforziamo i sentimenti di libertà e eguaglianza
(1 voto)
 

Scritto da Franco Calamida, 15-12-2011 13:50

Pagina vista : 1812

Favoriti : 232

Pubblicato in : ADESSO BASTA!, ADESSO BASTA!

Gli eventi recenti e terribili , di Firenze e di Torino ,  parlano a tutti noi e ci chiamano ad un costante impegno , all'educazione dei nostri stessi sentimenti , partecipi di un sentire comune  , che abbia radici profonde e rami protettivi per tutti e tutte , di libertà e di eguaglianza . Che nessuno sia escluso , che nessuno sia nemico . Adesso basta!  con il razzismo , la xenofodia , l'omofobia .

 
> Mai più episodi come quelli accaduti a Torino e Firenze.
> L'antifascismo  deve diventare un sentimento vincente e diffuso, e ogni
> persona che vive nel nostro paese deve essere un cittadino con uguale
> dignità e libertà.
> Nel nostro Paese, come in buona parte dell'Europa lo smantellamento
> dello Stato sociale sta determinando il contemporaneo indebolimento
> dello Stato di Diritto. La necessità di combattere un ipotetico nemico
> (ieri il comunismo, oggi il terrorismo)  di fatto è servito per
> rafforzare un feroce individualismo ed una subalternità alienante,
> instaurando il regno del più forte,  la competizione senza freni ed il
> principio utilitarista secondo il quale il fine giustifica tutto.
> Adesso, oltre a ebrei, comunisti, zingari, ci sono i musulmani, i neri,
> i latinoamericani e, in generale, l’immigrato povero.  Il sistematico
> taglio dello spazio politico e la crescente invasione della
> privatizzazione trasformano il diritto alla protesta in un “rischio” per
> la democrazia, in contrasto con la tolleranza verso i reati delle bande
> di strada del nuovo fascismo. Deve essere la partecipazione democratica
> e di massa a scattare quando i neofascisti aggrediscono e occupano le
> piazze ed imbastardiscono le Istituzioni. La sottovalutazione del
> pericolo e la disapplicazione sistematica di leggi quali: la legge 545
> del 20 giugno 1952 (detta “legge Scelba” che punisce “con la reclusione
> da cinque a dodici anni” chiunque in “un gruppo di persone non inferiore
> a cinque persegue finalità antidemocratiche proprie del partito
> fascista, propugnando la soppressione delle libertà garantite dalla
> Costituzione o denigrando la democrazia, le sue istituzioni e i valori
> della Resistenza, o svolgendo propaganda razzista, o compie
> manifestazioni esteriori di carattere fascista”), e la legge 205 del 25
> maggio 1993 (detta “legge Mancino”
> che punisce “con la reclusione sino a tre anni chi diffonde in qualsiasi
> modo idee fondate sulla superiorità o sull'odio razziale o etnico,
> ovvero incita a commettere o commette atti di discriminazione per motivi
> razziali, etnici, nazionali o religiosi” e “con la reclusione da sei
> mesi a quattro anni” la “mera partecipazione” a qualsivoglia
> “organizzazione, associazione, movimento o gruppo avente tra i propri
> scopi l'incitamento alla discriminazione o alla violenza per motivi
> razziali, etnici, nazionali o religiosi”)
> hanno consentito il dilagare di episodi di violenza razzista e fascista,
> come quelli capitati a Torino e Firenze nei giorni scorsi. Se queste
> leggi fossero applicate l’Italia sarebbe finalmente e immediatamente
> liberata da ogni rappresentazione fascista e razzista e non sarebbe
> neppure ammessa la tolleranza e la  connivenza di troppe autorità
> politiche nazionali
> Il venir meno delle tradizionali culture della solidarietà,
> dell'uguaglianza e della partecipazione hanno giocato un ruolo
> importante. A ciò si aggiunge il declino di interi gruppi sociali e lo
> sfaldarsi dello stato sociale. In Italia e in Europa ciò ha costituito
> la base feconda per la crescita di una estrema destra populista e
> razzista che ha teso ad indicare nell' “invasione extracomunitaria” la
> causa di tutti i mali della società. Non dimentichiamo che nel nostro
> paese una parte di queste formazioni è confluita man mano nel PDL,
> ritenendo di potersi autoriprodurre senza rinunciare a nulla della
> propria identità. A Roma la Fiamma Tricolore, a Milano Cuore Nero, in
> Basilicata Forza Nuova. La Lega non è da meno. Il 18 marzo 2011
> Casapound ha potuto entrata alla Camera dei Deputati per un Convegno su
> “Ezra Pound”, con l'appoggio del disonorevole Scilipoti. E' potuto
> succedere che il 25 aprile 2011 Roma fosse invasa da manifesti fascisti
>  che riportavano una camionetta squadrista piena di camicie nere armate
> di fucili. A Milano l' 8 luglio scorso, sul piazzale della Camera del
> Lavoro, individui, appartenenti al un gruppo "Marinetti", diffondevano
> volantini diffamatori verso il sindacato e aggredivano dei sindacalisti.
> Da tempo a Milano sono frequenti manifestazioni e iniziative
> dichiaratamente fasciste e naziste,  si aprono nuove sedi, a Roma magari
> comprate dal Comune di Alemanno e poi consegnate a Casapound.
> Non dimentichiamo che lo stesso Iannone (Casapound) ha guidato
> l'incursione notturna negli studi Rai di Via Teulada a Roma contro il
> programma "Chi l'ha Visto?", dopo la messa in onda di un video in cui si
> vedevano i neofascisti aggredire alcuni studenti .
> Non basta lo sdegno e lo stracciarsi le vesti o il versare due lacrime
> di coccodrillo innanzi all'orrore dei fatti di Torino e Firenze.
> Occorre invece un impegno comune delle Istituzioni, delle forze
> politiche, dell’associazionismo, dei cittadini affinché questa
> recrudescenza fascista abbia nel nostro paese e nell'Europa una risposta
> ferma. L'antifascismo è una cultura che va ricostruita, è la memoria
> storica che va ripristinata. E’ la difesa della democrazia e della
> Costituzione nata dalla Resistenza. E' la riaffermazione dei valori
> della persona, della libertà, della solidarietà, la necessità di
> intervenire contro l'ingiustizia, per la difesa del pluralismo politico
> e sociale.
> Adesso Basta continuerà il suo impegno anche culturale e sarà sempre al
> fianco dei cittadini per riaffermare la difesa e la diffusione dei
> valori contenuti nella nostra Costituzione, affinché non solo
> l'antifascismo sia un sentimento vincente e diffuso, ma affinché ogni
> persona che vive nel nostro paese sia un cittadino con uguale dignità e
> libertà
> -- 
Adesso basta!

Ultimo aggiornamento : 15-12-2011 13:50

   
Cita questo articolo nel tuo sito web
Preferiti
Stampa
Invia ad un amico
Articoli correlati
Salva in del.icio.us

Commenti utenti  File RSS dei commenti
 

Valuazione utenti

 

Visualizza 4 di 4 commenti

http://www.tresorparisbraceletsxi.org

Scritto da: likemusic2012 (Membro IP 120.33.239.219) 29-06-2012 08:05

http://www.tresorparisbraceletsxi.orgLink Text

 

» Segnala questo commento all'amministratore

» Rispondi a questo commento

http://www.chanluuwrapbraceletsale.com

Scritto da: likemusic2012 (Membro IP 120.33.239.219) 29-06-2012 08:05

http://www.chanluuwrapbraceletsale.com Link Text

 

» Segnala questo commento all'amministratore

» Rispondi a questo commento

http://www.nikesbstefanjanoski.com

Scritto da: likemusic2012 (Membro IP 120.33.239.219) 29-06-2012 08:04

Refer to jewelry-making guides to discover the way in which to create numerous styles with completely different sorts of jewelry-making materials. look at style newspapers and start looking by method of diamond jewelry catalogs to stay abreast of preferred trends when developing your trendy jewelry. Make your exclusive trendy string nike sb stefan janoski with embroidery floss, a type of string. Embroidery floss arrives in dozens of colours and shades, delivering you with endless coloring combinations. The combinations enable you to definitely match up it to any outfit. For example, create a trendy string bracelet away from silver and regal blue embroidery floss. place on it with denim shorts or skirt with one another with a dim blue top. You can even create a bracelet for every solo shirt you exclusive by matching the string colors.

 

» Segnala questo commento all'amministratore

» Rispondi a questo commento

Visualizza 4 di 4 commenti



Aggiungi il tuo commento
Solo gli utenti possono commentare un'articolo.


mXcomment 1.0.9 © 2007-2018 - visualclinic.fr
License Creative Commons - Some rights reserved
< Prec.   Pros. >