Home arrow Attualità politica arrow Salvate il soldato Rizzo ? si di Calamida - no di Paquini .

logo

Salvate il soldato Rizzo ? si di Calamida - no di Paquini .
(7 voti)
 

Scritto da Franco Calamida, 14-10-2011 15:03

Pagina vista : 2322

Favoriti : 230

Pubblicato in : Attualità politica, Attualità politica


Riportiamo due diverse valutazioni sulla scelta di non partecipare al voto in Consiglio comunale sulla delibera Arexpo , una di Franco Calamida , l'altra di Silvano Pasquini ; inutile dire entrambe legittime , ovvio , e entrambe con argomentazioni da tenere in considerazione .
La recente vicenda istituzionale pone a tutti noi , alla sinistra , ma in particolare alla Federazione della Sinistra , interrogativi che è bene affrontare e non sfuggire .

1) Cosa sarebbe acccaduto se in Giunta ci fosse stato un assessore della Federazione della sinistra ? Il suo voto contrario , su una delibera di questo rilievo , implicava le dimissioni ?  
Si , no? E in ogni caso , probabilmente il sindaco avrebbe rotirato la delega . Non è piccola questione , anche al Governo della città , non solo a liveelo di quello nazionale si affrontano queste contraddizioni.

2) L'eletto , quali criteri deve seguire nella scelta di voto ? Se iscritto ad un partito la decisione spetta al partito ?  Con quali procedure , come deve venir coinvolta la base ? Oppure va riconosciuta una autonomia a livello delle istituzioni e valorizzato un rapporto dialettico? E come interpretare il punto di vista dell'elettorato ? Sono pensabili sondaggi , anche se informali , in rete ? Come questo stesso sito consentirebbe ?  
 
Discuterne è utile , a tutti .   
 
Franco Calamida .
-  Basilio Rizzo , Presidente del Consiglio Comunale , è da molti
>> aspramente criticato e da alcuni difeso , per la sua scelta di non
>> partecipazione al voto sulla delibera Arexpo . Non ha bisogno di essere
>> difeso , ma io stò dalla sua parte , per principio .
>> Non è un argomento , conta solo per me , nulla per altri , anzi , si può
>> dire , è un atteggiamento fondato su un giudizio che sta a monte , cioè
>> un pregiudizio. Voglio essere sincero : è vero . Amicizia e sentimenti
>> contano , so che non necessariamente e non sempre dettano la giusta
>> scelta di giudizio , ma aiutano. Il mio è un buon pregiudizio ,
>> contrapposto al altri già espressi , di aspra e cattiva denuncia contro
>> Rizzo , anche con la richiesta di dimissioni o con l' accusa di essere
>> un astuto commendiante.Meglio un buon pregiudizio che uno cattivo. Fine
>> della premessa.
>> La Presidenza del Consiglio non è la giunta . Ogni consigliere vota ,
>> formalmente, in rappresentanza di tutto l'elettorato , cioè
>> nell'interesse della città . Ma gli interesssi sono diversi , gli
>> elettori hanno idee diverse, e nella sostanza si vota secondo la propria
>> convinzione e con riferimento anche al proprio elettorato ( non c'è
>> comunque mandato imperativo ) o orientamento del partito di appartenenza
>> , per chi appartiene . Le convinzioni su quali sono gli interessi della
>> citttà a volte divergono , anche all'interno di una coalizione. In
>> questo caso divergono. La "ragion di coalizione" avrebbe dovuto
>> prevalere ? Cancellare la libera scelta di voto , o di non
>> partecipazione? E quando mai. Solo sulla delibera di Bilancio e
>> Assestamento il voto è il giudizio politica complessivo sull'operato
>> della giunta . E' , anche per le conseguenze di legge , la " fiducia".
>> Diverso dal dissenso del Presidente del Consiglio è quello di un
>> Assessore : è delegato dal Sindaco , c'è il rapporto fiduciario , può
>> dimettersi , se lo ritiene, o la delega può essere ritirata. E' un
>> componente dell' esecutivo che governa . Non il Presidente del Consiglio
>> . E il Consiglio , oltre le competenze sulle quali delibera, ha sempre
>> anche una funzione di controllo sull'operato dell'Esecutivo , non
>> necessariamente praticato solo dall'opposizione. Sebbene non sia buona
>> cosa parlare a nome di tutto l'elettorato ( guardo sempre con sospetto
>> chi dice :" i cittadini pensano che.." e poi dice quello che pensa lui )
>> , però penso (io) che buona parte dell'elettorato che ha votato Rizzo e
>> la lista " Sinistra per Pisapia" condivida il suo giudizio critico .
>> Certo , non tutti, vi sono diverse opinioni..
>> Questa , fin qui , è divagazione sul metodo , che conta è la sostanza .
>> Che è questa : la delibera in oggetto ".. premia la rendita e favorisce
>> una ben precisa famiglia politica a spese della collettività"? E' la
>> motivazone della scelta di Basilio Rizzo . Se si , si , se no , no.
>> Io la condivido , altri no , legittimamente , ma io si . E penso che la
>> politica dei contenuti debba prevalere su quella degli schieramenti ( la
>> disciplina di coalizione) . Se avesse diretta rappresentanza di un
>> partito , forse, avrebbe dovuto cercare forme di espressione del
>> dissenso che favorissero la discussione estesa alla cittadinanza sui
>> contenuti , più che sulla netta contrapposizione .Il contenuto , in
>> questo caso , è il giudizio sulla delibera e l' Expo. Ma come poteva ,
>> Basilio Rizzo , dopo anni di denunce e battaglie proprio su questo
>> terreno , dire che la delibera va bene , se non va bene ? La coerenza è
>> la coerenza . franco calamida .
>> ----


      Silvano Pasquini.
>> >> Quattro cose per essere chiari; la prima: se si parla di coerenza, la
>> posizione di Basilio rizzo, da sempre, è stata quella di non essere
>> contrari a Expo 2015, ma di realizzarla anche in funzione della sua
>> utilità a partire dal 2016. La seconda: la Federazione della sinistra
>> non è un Partito, ma un raggruppamento in itinere di Forze politiche per
>> tentare una ricomposizione ragionata della Sinistra anticapitalista. La
>> terza: Basilio Rizzo è il presidente del Consiglio comunale ed il ruolo
>> di un presidente è quello di unire e non di dividere, per di più col
>> proprio agire, la compagine che a quell'incarico lo ha designato.
>> Detto questo, se poi non ha capito come funziona la macchina
>> istituzionale rispetto agli accordi presi e deliberati in precedenza e
>> che quando ci sono in ballo simili quantità di quattrini da chiunque
>> spesi, l'unica cosa che un'Amministrazione risultata diversa dalle urne
>> elettorali può tentare è una mediazione per poter strappare qualche
>> vantaggiosa prospettiva alle proprie posizioni, davvero non si capisce a
>> cosa gli siano serviti trent'anni di partecipazione al Consiglio
>> comunale. La quarta: credo nella Federazione della Sinistra e aderisco
>> convintamente al suo Progetto; ma proprio per questo, non mi posso
>> permettere il lusso di giudicare difendibili e leciti comportamenti come
>> questi, improntati a ideologie sicuramente degne di confronto ma, a mio
>> avviso, viziate da impulsi politici ad esse decisamente per nulla
>> funzionali.
>> Dopo di che, meno male che nella maggioranza non si siano invocate le
>> dimissioni dei due dissenzienti. Vuol dire che all'interno di questa
>> Giunta, nonostante i debiti lasciati da quella precedente, nonostante i
>> tagli operati dal Governo centrale, nonostante gli strali che si offrono
>> gratuitamente affinchè gli avversari facciano al meglio il proprio
>> dovere, è fatta di gente che riesce a ragionare e a mantenere i nervi saldi.
>> Silvano Pasquini
>>
>>     ----- 

Ultimo aggiornamento : 14-10-2011 15:03

   
Cita questo articolo nel tuo sito web
Preferiti
Stampa
Invia ad un amico
Articoli correlati
Salva in del.icio.us

Commenti utenti  File RSS dei commenti
 

Valuazione utenti

 

Visualizza 4 di 4 commenti

XnaQOuPwV

Scritto da: gdhsilgdlyie (Invitato) 23-11-2011 10:24

XnaQOuPwV

Scritto da: gdhsilgdlyie (Invitato IP 119.73.244.162) 23-11-2011 10:24

buy intravenous tramadol =) ultram 985036

 

» Segnala questo commento all'amministratore

» Rispondi a questo commento

expo

Scritto da: mgm (Membro) 30-10-2011 20:37

expo

Scritto da: mgm (Membro IP 93.32.62.93) 30-10-2011 20:37

a me sembra che anche in questi casi delicati il metodo è contenuto e basilio sia stato coerente con il suo elettorato e con il suo ruolo. e chi lo conosce da tanto sa bene che sarebbe in grado anche di mediare ("al rialzo" però) nel caso in cui il suo operto mettesse in crisi la giunta nel suo rapporto con l'esterno.

 

» Segnala questo commento all'amministratore

» Rispondi a questo commento

Arexpo . Come votare ?

Scritto da: calamida (Membro) 20-10-2011 09:15

Arexpo . Come votare ?

Scritto da: calamida (Membro IP 79.37.190.254) 20-10-2011 09:15

Come anche tu scrivi , il problema del giudizio sul voto per Arexpo riguarda il Presidente Rizzo e non la Sonego . Gli attacchi , Fedreghini in particolare , sono rivolti contro Rizzo , nessuno contro la Sonego . Ho difeso Rizzo , e, salvo Gegè , nessuno mi risulta lo abbia fatto .Nel Comitatoxmilanozonatre la discussione è su Rizzo . Nessuno solleva il problema Sonego . Inoltre ero intervenuto al dibattito della Federazione della sinistra per orientarci sulla posizione da tenere sul voto , avevo sostenuto che un nostro voto contrario non sarebbe stato capito dalla gente , sarebbe stato considerato contro Pisapia e la Giunta , già pronti a metterli in difficoltà . L'astensione ci consentiva di essere netti nelle argomentazioni contrarie , di difenere la scelta partendo dai contenuti , tra la gente e nel Comitato . Si attenuava la questione di schieramento . La Sonego rispose che nessun argomento l'avrebbe convinta , e avrebbe comunque votato contro . Inutile argomentare . Nelle nota in difesa di Rizzo indico la scelta corretta per un Partito ,noi, senza criticare la Sonego. Come è giusto.

 

» Segnala questo commento all'amministratore

» Rispondi a questo commento

Ma non erano due?

Scritto da: Silvio Manera (Invitato) 18-10-2011 07:44

Ma non erano due?

Scritto da: Silvio Manera (Invitato IP 82.84.94.4) 18-10-2011 07:44

Ho letto con attenzione l'articolo e la prima domanda è: ma non erano in due a contestare la proposta arrivata in Consiglio Comunale? Come mai si parla solo di Basilio Rizzo e non di Anita Sonego? Un motivo ci sarà, ma mi sfugge. Per quanto riguarda le argomentazioni esposte, io credo che quelle di Pasquini abbiano fondamento, per quanto riguarda la posizione assunta Basilio Rizzo,anche se non condivido la durezza del giudizio, mentre non ne avrebbero alcuno se rivolte nei confronti di Anita Sonego, che, in quanto consigliere, era assolutamente legittimata ad esprimere le proprie considerazioni in piena libertà. La posizione del Presidente del Consiglio è, a mio giudizio, diversa e sottoposta a vincoli di altro genere. Dettò ciò, credo che comunque quel che conta veramente è che la maggioranza uscita dalla elezioni, per la quale ci siamo tutti impegnati, non venga ulteriormente messa in difficoltà da fattori interni, perché credo che abbia già abbastanza da fare a fronteggiare fattori esterni! Critichiamo sì, se lo riteniamo necessario, ma stando attenti a non fare da sponda a chi aspetta solo l'occasione per porre in evidenza presunte divisioni all'interno della maggioranza. Silvio

 

» Segnala questo commento all'amministratore

» Rispondi a questo commento

Visualizza 4 di 4 commenti



Aggiungi il tuo commento
Solo gli utenti possono commentare un'articolo.


mXcomment 1.0.9 © 2007-2018 - visualclinic.fr
License Creative Commons - Some rights reserved
< Prec.   Pros. >
Notizie - Attualità politica
La marcia mondiale per la pace
la marcia mondiale per la pace partirà dalla Nuova Zelanda il 2 ottobre 2009. Passerà per Milano il 10 novembre 2009. Mi sembra una occasione da non perdere per una grande iniziativa unitaria, almeno per una volta senza polemiche casareccie. La marcia per la pace è già un grande movimento mondiale. La mail che ho ricevuto e che riporto di seguito lo dimostra.
Leggi tutto...
 

Newsletter

Tieniti aggiornato con le news della Sinistra di Milano
La Sinistra in Zona - Milano


Ricevi HTML?

Feed RSS

Come fruire di un feed RSS
Sottoscriviti a questo Feed