Home arrow Zona 3 arrow riunione Comitato Pisapia zona tre- 29/06/11

logo

riunione Comitato Pisapia zona tre- 29/06/11
(5 voti)
 

Scritto da Franco Calamida, 29-06-2011 15:15

Pagina vista : 4267

Favoriti : 513

Pubblicato in : Zona 3, Zona 3


Riportiamo il verbale sintetico della riunione del Comitato Pisapia zona tre . Il ruolo dei Comitati può essere importantissimo , può cambiare il panorama politico della città . Rifondare la politica , ridare credibilità a parole come partecipazione , etica , senso civico , passione .

Inizio ore 21:22

Daniela introduce.

- Sede. Per il momento rimaniamo presso il Circolo ARCI Milan Noeva di via Pascoli 4. Da questa riunione in poi dovremo versare 50€ come contributo.

stiamo cercando sede alternativa ma al 99% occorrerà sostenere dei costi.

- Jonica: in cassa ci sono ancora 1575€. Nei mesi scorsi versati 3200€ alle casse centrali.

 

Un gruppo ristretto si è incaricato di fare sintesi delle discussioni sul futuro del Comitato svoltesi nelle riunioni precedenti e via e-mail con oltre 70 interventi.

 

Al centro il concetto di PARTECIPAZIONE... si è costruito un grande momento, un luogo, un ambito di PARTECIPAZIONE attiva di molte persone, cittadini. E' un patrimonio che il comitato deve continuare ad alimentare e che non va perso.
Si è applicata una modalità di lavoro che ha portato buoni risultati, quella dei GRUPPI DI LAVORO...
L'azione futura del Comitato sarà in AUTONOMIA, ma in connessione con tutti gli altri comitati cittadini (mar 28 parteciperemo alla riunione cittadina di coordinamento)

 

Per i gruppi di lavoro con cui cominciare l'azione del comitato, la sintesi degli interventi del dibattito finora avvenuto ha portato ad individuare 2 macro-aree di intervento, o in altri termini, due funzioni principali e generali del Comitato (compresenti non alternative una all'altra):

un'area orientata a socialità - aggregazione - cultura - rete di relazioni e competenze, l'altra a ambiente, qualità della vita, mobilità, sviluppo urbano

 

Da questa prima suddivisione discende l'individuazione di alcuni GRUPPI DI LAVORO, a loro volta suddivisibili in sottogruppi:

 

1) gruppo che si occupa di individuare i contenuti, i progetti, individuare-conoscere-contattare le realtà già attive in zona, le competenze già esistenti nel COmitato stesso, i luoghi e gli spazi già disponibili.
Alla fine della riunione lo abbiamo denominato <>

 

2) gruppo che si occupa dell'informazione e della comunicazione interna ed esterna del Comitato. Si occuperà prima di tutto di sviluppare le tecnologie su web con il fine di avere uno strumento adatto alle discussioni evitando l'intasamento della mailing list. Questa deve avere invece funzione di servizio.
Occorre anche sviluppare la comunicazione verso l'esterno con strumenti anche non digitali per coloro che non li usano
Giulio propone di attivare dei gazebo ai mercati dove diffondere un questionario per raccogliere dai cittadini alcuni input e far conoscere ancor meglio l'esistenza del Comitato
La comunicazione all'esterno serve anche a segnalare cosa sta facendo il Comune, il CDZ 3, i comitati a livello cittadino
Patrizia propone e descrive l'idea di sviluppare un free press ossia un giornalino tipo newsletter, cartaceo e contemporaneamnete digitale. Su questo si costituirà un gruppo a se stante.

 

3) gruppo FESTA che si terrà a settembre e aperta alla cittadinanza. Gruppo temporaneo, dopo la festa si ridividerà in altri gruppi.

 

Alla fine della riunione si sono scritti i nomi dei gruppi su cartelloni, per ogni gruppo è stato indicato un referente provvisorio che raccoglierà via e-mail le iscrizioni.

 

Si è aperto dibattito.

 

Sintesi degli interventi:

- COmitato Feltre e Comitato COLORe: che continuità? NOn è seguìta risposta per il momento.

- riunione di coordinamento dei comitati martedì 28: proporremo di fare una festa dei comitati a livello cittadino in luglio

- gruppi di lavoro altre proposte:
 - sviluppare un'iniziativa di volontariato per tenere aperte la biblioteca di Valvassori Peroni 2 sere a settimana e e la domenica
 - gruppo sul PGT
 - gruppo su ciclabilità
 - ...
- questi gruppi possono diventare sottogruppi del gruppo 1 WHAT'S UP - Mappe, Contenuti, Progetti.

 

- CINZIA BARONE e PATRIZIA SOLLIINI relazionano sulla riunione del tavolo dei partiti riguardante le commissioni del CDZ cui hanno partecipato
- Prima impressione non positiva perché i non consiglieri sono stati messi in seconda fila
- Sara Rossin (consigliera di zona PD) ha esposto l'indicazione delle commissioni e gli assessorati di riferimento
- La questione parcheggi ha generato dibattito, inizialmente era tema suddiviso su due commissioni "ambiente" e "urbanistica".
Interventi a seguire:
- PIERANGELO ROVELLI precisa che alla fine della discussione è rimasta alla sola commissione "Ambiente"
- FRANCO CALAMIDA afferma che la discussione in CDZ ha portato a far rientrare i parcheggi in una logica "ambientalista" il che è nello spirito dei referendum cittadini ed è un buon risultato ottenuto anche per la partecipazione del comitato alla discussione
- CINZIA prosegue confermando di aver raccomandato al tavolo dei partiti di evitare conflitto di interessi nelle presidenze delle commissioni, e di avere un'attenzione forte alle penetrazioni mafiose
- PATRIZIA SOLLINI ricorda anche che hanno discusso sull'ultima commissione, <>. Si tratta di una commissione temporanea, ma il Presidente caldeggiava diventasse permanente per incentrarla sul cambiamento in municipalità dei consigli di zona.
- PIERANGELO ROVELLI precisa che le commissioni sono 7 da statuto. Altre possono essere istituite con compiti e obiettivi che una volta completati richiedono lo scioglimento della commissione. La commissione sul regolamento interno si trasformerà in commissione <>. Si chiederà a tal fine una modifica di statuto per introdurre questa ottava commissione permanente nonostante la tendenza sia di ridurre al minimo le commissioni per ridurre le cariche moltiplicate dalla precedente maggioranza per logiche di spartizione del potere. Il primo obiettivo però è correggere il regolamento interno che per alcune cose non funziona ed è, appunto, stato elaborato in quella logica di spartizione.
- GIGI CAMPOLO Dato che la trasformazione in municipalità è nel programma di zona è credibile che si faccia questa trasformazione da temporanea a permanente della ottava commissione
- ROBERTO Il Comitato deve adoperarsi perché si realizzi la democrazia partecipata, che i rappresentanti politici ascoltino i cittadini, per esempio con strumento referendum. Non ne sappiamo molto noi stessi di democrazia partecipata, ma possiamo approfondire per orientare come ci rapportiamo al CDZ
- FRANCO CALAMIDA Il tema della Costituzione delle Municipalità è già un tema importantissimo che merita un gruppo di lavoro
- FRANCA Corsia preferenziale Filobus 92 ... Maran avrebbe potuto modificare il progetto, ma... ci saranno proteste per spazi auto alternativi... non so quanto possa fare il CDZ ma occorre porsi il problema di soluzioni alternative per il parcheggio auto
- LORENZO La priorità è favorire i mezzi pubblici, quindi la corsia preferenziale, il problema auto è grave ma successivo
- MARINA Ero nella commissione del CDZ precedente che ha deliberato il progetto. Riusciranno a recuperare solo 300 posti auto
sui 1300 necessari... sarà molto difficile

 

- PAOLO MORANDI relaziona sullo sviluppo degli strumenti informatici a livello di comitati cittadini
Il sito generale dei comitati, <> sarà sviluppato, Martedì 28 Paolo parteciperà ad un incontro con Aurelio Colosimo e altri.
Si svilupperà anche il sito extranet per la comunicazione interna dei comitati. Sarà dotato di blog, calendario condiviso, condivisione documenti ma anche di sondaggio on line, petizione on line, ticketing...segnalazione di problematiche (sull'esempio della Città di UDINE). Questi strumenti dovranno consentire di non usare più la mailing list per dibattiti.

La mailing list richiede l'azione di moderatori quindi non va bene per dibattiti. Si rischia di perdere persone intasando le caselle e si è costretti ad atti che vengono percepiti come censori.

 

PATRIZIA SOLLINI spiega l'idea del FREE PRESS
L'idea è che abbiamo risorse e energie e ce ne sono anche fuori dal comitato. La partecipazione non esiste se non c'è informazione, quindi un nostro ruolo è far circolare le info tra noi e nel quartiere arrivando a tutti i "Cerchi concentrici" di persone.
Concretamente il Free-Press è un magazine su web ma anche su carta.

Inizialmente si può farlo solo con le info già disponibili, aggiungendo solo lo spunto di dibattiti o altre brevi
Può essere distribuito... uffici postali, farmacie, ...
Ha dei costi ma sostenibili e con eventuale raccolta pubblicitaria può diventare strumento di finanziamento

Per questo progetto si costituisce un gruppo di lavoro che verifichi la fattibilità, le regolamentazioni, registrazione in tribunale, modalità... per partire a settembre

 

Segue DIBATTITO sui gruppi di lavoro e sul significato

- FRANCO CALAMIDA Il comitato è innanzitutto quello che fa, i Gruppi devono rapidamente passare al concreto. Anche solo organizzare Feste di quartiere è utile, si innesta un processo in cui i cittadini vedono la presenza

- GIGI CAMPOLO Sulla proposta di attivare gazebo ai mercati: deve essere un'altra cosa rispetto a quello elettorale, occorre sia riconoscibile e ripetuto periodicamnete in modo che diventi luogo, luogo dove si trovano info, relazioni, ...

- Interviene GIORGIO VALLE della STATALE per segnalare un'importante iniziativa denominata CAMPUS sostenibile... congiunta Statale-Politecnico. Esorta a guardarla e a contattare organizzazione di tale iniziativa
Segnala poi l'importanza del problema Recupero delle insufficienze scolastiche

- ESTER attenzione del Comitato su PGT deve essere centrale... non tutto il centrosx è d'accordo e ci sono interessi colossali immobiliaristi e anche 'ndrine. I comitati devono essere molto vigili e tenere raccordata la cittadinanza per sviluppare anticorpi rispetto a un altro tipo di comunicazione sul tema.
Il buco di bilancio non permetterà di realizzare molte cose rapidamente. Se abbiamo le risorse personali, in questa prima fase fare un po' di volontariato sociale è utile, è un lavoro di surroga ma che va in una logica di beni solidali

- MAURIZIO LAURO esprime confusione su cosa sia il comitato, come tenere insieme varie tipologie di persone alcune già parte di altre entità altre qui a titolo personale... QUi devono essere portate le competenze che già esistono, non dobbiamo rifare percorsi improvvisando su temi complessi.
Come gruppo GAS intergas abbiamo convocato una prima riunione sulla lettera dell'intergas ai sindaci
Esigenza di essere concreti, subito

LORENZO E CINZIA
Spiegano il senso delle 2 macroaree segnalate nella relazione di Daniela. Sono concrete, vengono dalla sintesi degli interventi precedenti, vogliono impostare le cose in modo che il comitato si autodetermini agendo in modo concreto pur mantenendo la partecipazione "fluida" che è stata una ricchezza sin qui.

PAOLO BURGIO
Siamo qui come cittadini anche sulla scia della partecipazione trasmessa e al risultato positivo ottenuto.
Non vogliamo disperdere questo potenziale, dobbiamo mantenere vivo l'interesse in un Paese dove siamo sempre stati trattati da sudditi. La partecipazione deve partire dal chiedere ai politici di rispettare il mandato ricevuto. Compito difficile ma il momento è buono.

GIULIO MAINOLDI dobbiamo andare in mezzo alla gente, come facciamo, come li raggiungiamo? Dobbiamo concretizzare su questo. Da qui la proposta del questionario. Cosa pensa la gente di noi, di Pisapia?
Ad esempio sul PGT la gente non sa nulla ma una cosa è chiara non vogliono i grattacieli e anche in zona sono previsti, vedi ecomostro Botticelli. Quindi se non faranno modifiche avremo gente scontenta... cosa andiamo a dire alla gente, come?

MAURIZIO SIBAUD
Dobbiamo essere "permeabili"... dobbiamo conoscere, ricevere
Gruppi di lavoro servono anche per essere permeabili

CECE Possiamo anche studiare delle campagne basate su istanze delle varie associazioni, ossia in appoggio alle richieste che fanno


Molti interventi chiedono di non perdere altro tempo e procedere con i gruppi. Si riunisce subito il gruppo Free Press. Si compilano 4 cartelloni con i titoli dei gruppi (vedi sopra) i referenti e i nomi di chi è interessato. In allegato le liste riportate sui cartelloni.

 


Ultimo aggiornamento : 29-06-2011 15:17

   
Cita questo articolo nel tuo sito web
Preferiti
Stampa
Invia ad un amico
Articoli correlati
Salva in del.icio.us

Commenti utenti  File RSS dei commenti
 

Valuazione utenti

 


Aggiungi il tuo commento
Solo gli utenti possono commentare un'articolo.

Nessun commento postato



mXcomment 1.0.9 © 2007-2018 - visualclinic.fr
License Creative Commons - Some rights reserved
< Prec.   Pros. >
Notizie - Zona 3
assemblee dell'mps
Riporto la comunicazione di questa iniziativa perchè ritengo utile che vi sia una completezza di informazione sui problemi e proposte delle forze della sinistra alternativa , ovviamente con l'augurio che le scelte dell'mps comportini una collocazione nella sinistra alternativa . Inoltre credo che in ogni momento  , incluso quello delle elezioni , ove la competizione politica è un dato di fatto ed è bene che sia chiara e distinta, è importante che avvenga in forme non di reciproca tentazione distruttiva e che non si interrompano tutti i canali di comunicazione , trasversale e orizzontale, tra le forze che contrastano il neo liberismo e le politiche del governo.
So anche che pochi la pensano così e che in realtà non c'è  già più alcun terreno comune neppure di comunicazione. Se è così , così sia . E domani chissa'.
Franco Calamida

"> La Sinistra e la provincia di Milano
>
> Impresa quasi impossibile: come provare a non consegnare anche questa
> amministrazione alle destre isolando e superando la ricerca di
> legittimazione moderata di Penati
>
> Non sfugge il valore simbolico che avranno le elezioni a Milano e
> sono evidenti le contraddizioni di una amministrazione provinciale
> che ha unito un governo fatto anche di scelte positive ad un ruolo
> del suo Presidente Penati volto a cercare la legittimazione a destra
> assumendone troppo spesso linguaggi e culture.
>
> La collocazione delle sinistra, le scelte programmatiche e i
> candidati non possono essere frutto delle trattative tra ceti
> politici ristretti. Per questa ragione la Sinistra organizzera'
>
> una 3 giorni di assemblee ( 6,7,8 Aprile)
>
> che saranno chiamate ad esprimersi sul percorso, sulla collocazione e
> sulle scelte programmatiche.
>
> Una consultazione vincolante che speriamo larga e partecipata.
>
> Per questo invitiamo ad attivarsi fin da subito per organizzare
> assemblee ed incontri nei giorni indicati.
>
> Il risultato di questa consultazione che sara' svolta a Milano e
> nella provincia sara' vincolante per le scelte della Sinistra per
> Milano.  
   Mps "
>
 
anche noi siamo rom-e i bambini italiani sono tutti uguali

ANCHE NOI SIAMO ROM

E I BAMBINI ITALIANI SONO TUTTI UGUALI

La legittima repressione della microcriminalità non può diventare l'alibi delle Istituzioni per lanciare una campagna d'odio verso un'etnia e tanto meno per attuare una "schedatura" su base etnica di persone che non hanno commesso alcun reato, compresi i minori.

 

Il 14 luglio troviamoci a Milano

dalle 18 alle 20

in piazza dei Mercanti.

Lì ci schederemo tutti. E manderemo le nostre impronte digitali

di cittadini italiani al Ministero dell'Interno

PER ADESIONI:

Comitato milanese per la legalità

Arci di Milano

 

Leggi tutto...
 
I comunisti italiani zona 3 per "laSinistral'Arcobaleno"
Il Comitato direttivo della Sezione "25 Aprile" ( Zona 3) del Partito dei Comunisti Italiani comunica che la sezione parteciperà attivamente alla campagna elettorale de "La Sinistra l'Arcobaleno" assieme al Partito della Rifondazione Comunista, ai Verdi, alla Sinistra Democratica, alla Lista Fo e ai

numerosi indipendenti di sinistra presenti in zona.

Leggi tutto...
 

Newsletter

Tieniti aggiornato con le news della Sinistra di Milano
La Sinistra in Zona - Milano


Ricevi HTML?

Feed RSS

Come fruire di un feed RSS
Sottoscriviti a questo Feed