Home arrow ADESSO BASTA! arrow Lettra aperta al Sindaco- la 10° mas è stata una vergogna

logo

Lettra aperta al Sindaco- la 10° mas è stata una vergogna
(1 voto)
 

Scritto da Franco Calamida, 23-03-2011 14:03

Pagina vista : 1819

Favoriti : 279

Pubblicato in : ADESSO BASTA!, ADESSO BASTA!


Lettera  indirizzata da Giulio Leghissa al Sindaco Moaratti . Spett/le Sindaco di Milano,
Adesso basta!  intende esprimerLe la propria indignazione per la presenza,
in occasione della celebrazione dei 150 anni dell'Unità di Italia, dei
reduci della 10° MAS con i loro gagliardetti.

Nel ricordo e nel rispetto dei caduti per la Resistenza che hanno
consegnato la nuova Italia Repubblicana e Democratica al nostro popolo,
salvandola dall'onta dell'alleanza con il nazismo e delle barbarie
fascista,  suona come un insulto intollerabile la  presenza di una
istituzione che ha esercitato feroci repressioni e terribili  violenze
contro il nostro popolo.

Le chiediamo anche di voler intervenire con una Sua presa di posizione per
impedire che venga portata avanti la proposta, approvata dal Consiglio di
Zona 8, di realizzare una targa in ricordo di Luisa Ferida con la seguente
scritta: "In questo luogo, il 31/04/1945 venne assassinata, benchè
incinta, LUISA FERIDA, famosa attrice di teatro e di cinema. A lei e a
tutte le vittime dell'odio e della violenza causate da ideologie
totalitarie e antidemocratiche è dedicata questa targa, affinché mai più
nella storia si ripetano simili nefandezze."

La targa e le motivazioni sono sconcertanti, un insulto alla storia e alla
memoria per l'Italia e Milano, un atto gravissimo e di inaudita arroganza
e ignoranza, una provocazione che offende tutte le vittime torturate e
assassinate dalla banda Koch, una delle più orrende squadracce del
fascismo in Italia.

A "Villa Triste", Luisa Ferida ha infierito su donne e uomini della
Resistenza. La storia ha  espresso un giudizio di condanna senza ritorno.
Mettere in discussione tale giudizio racchiude la volontà di ingannare le
giovani generazioni cercando di comparare feroci assassini ai combattenti
della libertà ai quali tutto deve l'Italia e  il nostro popolo.

Se Lei, sig. Sindaco, si trova oggi a governare Milano è proprio perché la
barbarie fu sconfitta e donne e uomini del nostro Paese  hanno avuto il
diritto di esprimersi attraverso libere elezioni. Forse non ricorda, sig.
Sindaco, che fino alla vittoria della Resistenza le donne in Italia non
avevano mai avuto diritto di voto, e forse non ricorda che  persone come
Luisa Ferida,  alla quale oggi si vorrebbe dedicare una lapide, sono
coloro che hanno trascinato l'Italia tutta  in una disastrosa guerra di
aggressione che ci è costata danni e lutti incalcolabili.

  "Adesso Basta!"





Ultimo aggiornamento : 23-03-2011 14:06

   
Cita questo articolo nel tuo sito web
Preferiti
Stampa
Invia ad un amico
Articoli correlati
Salva in del.icio.us

Commenti utenti  File RSS dei commenti
 

Valuazione utenti

 


Aggiungi il tuo commento
Solo gli utenti possono commentare un'articolo.

Nessun commento postato



mXcomment 1.0.9 © 2007-2018 - visualclinic.fr
License Creative Commons - Some rights reserved
< Prec.   Pros. >