Home arrow La costruzione della sinistra arrow referendum lettera ai partiti

logo

referendum lettera ai partiti
(0 voti)
 

Scritto da Franco Calamida, 13-03-2011 10:28

Pagina vista : 2733

Favoriti : 359

Pubblicato in : La costruzione della sinistra, La costruzione della sinistra


C'è silenzio dei mezzi di informazione sui referendum acqua pubblica e contro il nucleare .
Eppure sono decisivi per molti aspetti : la qualità della vita , la sicurezza , i diritti , le politiche alternative che possono sconfiggere Berlusconi perchè indicano cosa è possibile , urgente fare.
Cominciamo a parlarne noi , a farne tema centrale della campagna elettorale .  franco calamida

AI PARTITI POLITICI

 

Il 12 giugno si voterà per diversi referendum, fra cui due importanti quesiti in difesa dell’acqua pubblica proposti dal Forum dei Movimenti per l’Acqua. 1 milione e 400 mila firme raccolte a sostegno dei quesiti sull’acqua hanno segnato il risveglio della partecipazione: una grande mobilitazione di popolo, trasversale, ha detto no alla mercificazione di un bene comune come l'acqua e testimoniato una diffusa volontà di agire insieme per affermare valori e contenuti condivisi. Questo rinnovato impegno civile ha inciso in tutti gli schieramenti politici.

 

Con la campagna referendaria ci attende un appuntamento partecipativo ancor più stringente: il voto per i referendum sull'acqua pubblica. Lo scenario cambia: circa 23 milioni di pronunciamenti sono necessari per raggiungere il quorum. E’ un obiettivo possibile ma certo non facile, che richiede l’impegno di tutti perché si vada al voto.

 

Il primo ostacolo da superare è il silenzio dei maggiori organi di informazione che favorisce l’indifferenza e la non partecipazione al voto; per raggiungere il quorum è necessario che l'informazione sia diffusa al massimo, che tutti sappiano dei referendum e possano informarsi sulle poste in gioco. Per di più, nella nostra città la campagna per le elezioni amministrative rischia di coprire quella per i referendum.

 

E' tempo che ci attivi in modo diffuso, a tutti i livelli, sul territorio e in ogni sede. E tra le forze che si impegneranno sarà decisivo il ruolo dei partiti. Il Comitato Referendario “2 Sì per l’acqua bene comune” – Milano e Provincia chiede ai partiti:

- di prendere parte attiva alla campagna per i referendum a difesa dell'acqua pubblica;

- di aderire alla campagna, adottando il simbolo dei sostenitori dei referendum;

- di fare dei referendum sull’acqua uno dei temi qualificanti della campagna per le amministrative.

 

Inoltre, senza voler interferire nell’impostazione della vostra campagna elettorale per le amministrative, crediamo che se l'invito a votare SI' ai due referendum sull'acqua comparisse sul vostro materiale di propaganda dareste uno straordinario contributo alla campagna referendaria. Sarebbe un segnale della vostra capacità di rispondere alle aspettative di quel “popolo dei banchetti” che si è mobilitato con tanto entusiasmo. La tematica irromperebbe sulla scena, se fosse così ampiamente diffusa, e la democrazia partecipativa, attraverso il referendum popolare, nobiliterebbe la politica ridando forza alla cultura dei beni comuni.

 

Vi consideriamo protagonisti quanto noi della campagna referendaria.

Raggiungere il quorum e vincere è obiettivo comune!

 

Comitato “2 Sì per l'acqua bene comune” – Milano e provincia


Ultimo aggiornamento : 13-03-2011 10:28

   
Cita questo articolo nel tuo sito web
Preferiti
Stampa
Invia ad un amico
Articoli correlati
Salva in del.icio.us

Commenti utenti  File RSS dei commenti
 

Valuazione utenti

 


Aggiungi il tuo commento
Solo gli utenti possono commentare un'articolo.

Nessun commento postato



mXcomment 1.0.9 © 2007-2018 - visualclinic.fr
License Creative Commons - Some rights reserved
< Prec.   Pros. >
Notizie - La costruzione della sinistra

Newsletter

Tieniti aggiornato con le news della Sinistra di Milano
La Sinistra in Zona - Milano


Ricevi HTML?

Feed RSS

Come fruire di un feed RSS
Sottoscriviti a questo Feed