Home arrow Immigrazione arrow Cose di Brescia : morte di un clandestino

logo

Cose di Brescia : morte di un clandestino
(2 voti)
 

Scritto da Franco Calamida, 22-12-2010 09:11

Pagina vista : 1803

Favoriti : 352

Pubblicato in : Immigrazione, Immigrazione


Saidou è stato lasciato soffocare.....

 

 

Oggetto: Cose di Brescia

 

stanno succedendo cose gravi in Italia e a Brescia negli ultimi tempi. il clima è pesante e si stanno perdendo di vista concetti importanti come il rispetto degli essere umani, l'uguaglianza e la solidarietà.
ho bisogno che leggiate la storia di seguito e riflettiate almeno un minuto su quello che è successo.
e ho bisogno che giriate questa storia a chiunque possa, a sua volta, pensarci e raccontarla a qualcun altro. raggiungiamo associazioni, comitati, radio, giornali! non facciamo cadere tutto nel dimenticatoio.
non possiamo fare finta che non sia successo nulla, e dobbiamo impegnarci affinchè si possa fare qualcosa affinchè di storie come quelle di Saidou non si ripetino ancora.
grazie

LA STORIA DI SAIDOU

C’era una volta un ragazzo di nome Saidou.

Nato e cresciuto in Senegal, ad un certo punto è partito per un lungo viaggio sino a quando è arrivato a Brescia. Era un lavoratore con le carte in regola.

Saidou di recente ha perso il lavoro (a causa della crisi) e con il lavoro ha perso una cosa ancora più preziosa… il permesso di soggiorno, diventando, come tanti altri stranieri, UN CLANDESTINO, quindi un criminale.

Venerdì 10 dicembre Saidu, in uno degli ormai consueti rastrellamenti del quartiere Carmine, viene trovato senza permesso di soggiorno e quindi prontamente arrestato e portato in caserma in Piazza Tebaldo Brusato.

Saidou però ne esce morto domenica mattina, 12 dicembre. MORTO, ve lo scrivo con tutta la brutalità di questa parola.

Saidou soffriva di asma cronica (è sì una patologia, ma per cui in Italia certo non si muore).

Saidou ha fatto presente la cosa in caserma mostrando un certificato rilasciato dall' Ospedale Civile, praticamente per lui un salvavita, ma lì, in quella caserma, nessuno ha trovato nulla di meglio da fare che rinchiuderlo, in quanto CRIMINALE, in una cella di ISOLAMENTO, senza riscaldamento, piuttosto buia e con poca aria.

Il corpo di Saidou è stato sottoposto ad autopsia… si parla di GRAVE CRISI RESPIRATORIA.

In sostanza SAIDOU è stato lasciato soffocare in una cella di ISOLAMENTO.

 

Forse ad una animale domestico si sarebbe prestata più attenzione.

 

 


Ultimo aggiornamento : 22-12-2010 09:11

   
Cita questo articolo nel tuo sito web
Preferiti
Stampa
Invia ad un amico
Articoli correlati
Salva in del.icio.us

Commenti utenti  File RSS dei commenti
 

Valuazione utenti

 


Aggiungi il tuo commento
Solo gli utenti possono commentare un'articolo.

Nessun commento postato



mXcomment 1.0.9 © 2007-2018 - visualclinic.fr
License Creative Commons - Some rights reserved
< Prec.   Pros. >
Notizie - Immigrazione

Newsletter

Tieniti aggiornato con le news della Sinistra di Milano
La Sinistra in Zona - Milano


Ricevi HTML?

Feed RSS

Come fruire di un feed RSS
Sottoscriviti a questo Feed