Home arrow Attualità politica arrow Civati,Speranza,Fratoianni: ricomincio da tre.

logo

Civati,Speranza,Fratoianni: ricomincio da tre.
(1 voto)
 

Scritto da Franco Calamida, 12-11-2017 16:50

Pagina vista : 30

Favoriti : 2

Pubblicato in : Attualità politica, Attualità politica

Il senso della lettera mi è parso questo , alla prima lettura : " Noi siamo noi e voi non siete un cazzo " . Ma , riflettendoci poi ,  triste il pensarlo, terribile il dirlo :  NON VI SONO ALTERNATIVE  se l' obiettivo è la lista unica. E lo è. Non vi è dubbio che il progetto va costruito sia dall' alto che dal basso ( usando vecchi termini) e che i tempi sono stretti . E' vero che i contenuti dei docuenti sono in larga misura condivisibili. Ma il metodo conta , in questo caso è la pratica della democrazia . Ci sono le tre forze politiche , ma non ci sono i movimenti , le esperienze dei territori , la continuità dell' agire socilale e politico delle associazioni , le competenze , l' area dei non iscritti a partiti , gli stessi militanti. Le due gambe devono esser due per procedere.  In questa forma non vi è nulla di innovativo : lassù la POLITICA ( e la crisi della rappresentanza ) , quaggiù noi e la società che si dovrebbe riconnettere. Incerta , perplessa .  Siamo ancora in tempo a democratizzare qualcosa che ancora non è nato ? Se partecipiamo , tutti e tutte , se ci facciamo sentire , rivendichiamo l' importanza delle cose fatte sul territorio , quelle concrete , che esistono ... direi di si. Del resto non c' è alternativa e due liste sarebbero un disastro . franco calamida.

 

 

Ricomincio da tre. Civati, Fratoianni e Speranza convocano per il 2 dicembre l'Assemblea della nuova sinistra

"Una proposta radicale e di governo. Daremo vita a qualcosa che ancora non c'è e di cui l'Italia ha davvero bisogno"

LaPresse

"Il 2 dicembre daremo vita a qualcosa che ancora non c'è e di cui l'Italia ha davvero bisogno". In una lettera Pippo Civati (Possibile), Nicola Fratoianni (Sinistra Italiana) e Roberto Speranza (Mdp Articolo 1) convocano l'Assemblea nazionale che dà il via al progetto unitario su cui stanno confluendo diverse anime della sinistra.

"Care italiane, cari italiani,

vi diamo appuntamento sabato 2 dicembre a Roma per una grande assemblea popolare insieme ai delegati e alle delegate che verranno eletti/e democraticamente i prossimi 25 e 26 novembre.

Vogliamo costruire una nuova proposta politica capace di fronteggiare le emergenze del nostro tempo, contrastare le disuguaglianze e lo sfruttamento, restituire centralità e dignità al lavoro, dare attenzione ai molti che faticano e non ai pochi che contano.

Una proposta chiara e credibile nelle scelte di campo, radicale e di governo, coerente nei programmi e innovativa nel metodo, nella forma e nei profili che dovranno rappresentarla, rigorosamente costituzionale nelle intenzioni e nelle finalità.

Vogliamo costruire una comunità di donne e di uomini, rispettosa delle persone e delle Istituzioni, che non si affidi a slogan, inganni e scorciatoie ma a soluzioni utili, lungimiranti e sostenibili per un cambiamento concreto.

Un progetto che ricostruisca la trama di un patto democratico e di solidarietà in grado di non lasciare indietro nessuno, perché tutte e tutti hanno diritto a un futuro.

Un progetto, in grado di guardare all'Europa e al mondo, capace di valorizzare la partecipazione e le proposte che si affacciano nella società e sulla scena politica.

Il 2 dicembre daremo vita a qualcosa che ancora non c'è e di cui l'Italia ha davvero bisogno.

Vi aspettiamo"

Pippo Civati - Nicola Fratoianni - Roberto Speranza


aggiungo questo post tratto da FB

Brambilla Pisoni

DAL BASSO VUOL DIRE DAL BASSO
Assemblee il 25 e 26 novembre per eleggere i delegati per l'assemblea del 2 dicembre a Roma? Bene, ma niente quote pre confezionate, altrimenti i senza tessera staranno a casa. Dal basso vuol dire dal basso. Gli eletti li decideranno i territori, le segrete stanze si facciano da parte. Abbiamo bisogno di una sinistra nuova non della sommatoria di piccole sinistre vecchie

 

Ultimo aggiornamento : 12-11-2017 16:50

   
Cita questo articolo nel tuo sito web
Preferiti
Stampa
Invia ad un amico
Articoli correlati
Salva in del.icio.us

Commenti utenti  File RSS dei commenti
 

Valuazione utenti

 


Aggiungi il tuo commento
Solo gli utenti possono commentare un'articolo.

Nessun commento postato



mXcomment 1.0.9 © 2007-2017 - visualclinic.fr
License Creative Commons - Some rights reserved
< Prec.   Pros. >
Notizie - Attualità politica
La marcia mondiale per la pace
la marcia mondiale per la pace partirà dalla Nuova Zelanda il 2 ottobre 2009. Passerà per Milano il 10 novembre 2009. Mi sembra una occasione da non perdere per una grande iniziativa unitaria, almeno per una volta senza polemiche casareccie. La marcia per la pace è già un grande movimento mondiale. La mail che ho ricevuto e che riporto di seguito lo dimostra.
Leggi tutto...
 

Newsletter

Tieniti aggiornato con le news della Sinistra di Milano
La Sinistra in Zona - Milano


Ricevi HTML?

Feed RSS

Come fruire di un feed RSS
Sottoscriviti a questo Feed