Home arrow PRC Zona 3 arrow In morte di Giulio Cengia

logo

In morte di Giulio Cengia
(0 voti)
 

Scritto da Franco Calamida, 18-10-2017 13:44

Pagina vista : 428

Favoriti : 86

Pubblicato in : PRC Zona 3, PRC Zona 3

Oggi abbiamo accompagnato Giulio Cengia nel suo ultimo viaggio , anzi l' ultimo atto di un

viaggio lungo una vita. Con percorsi comuni: abbiamo camminato , per tratti non brevi , insieme . Riporto un ricordo,

uno dei molti saluti , ricchi belli ed affettuosi , di suoi compagni e amici e compagne e amiche.

 

 

In morte di Giulio Cengia .

 

Caro Giulio , abbiamo trascorso insieme tanti anni , abbiamo iniziato quando la politica dava un senso alla vita e l’ impegno militante si intrecciava con i sentimenti di amicizia ; siamo stati amici e compagni, siamo stati un collettivo. Non dobbiamo dimenticarlo . Abbiamo condiviso speranze ,  passioni e delusioni . Tu hai portato la forma cortese di esporre il tuo punto di vista, mai settario, sempre con una forte pulsione unitaria, con fiducia nel confronto di idee. Che è la democrazia. Hai portato le tue radicali convinzioni ambientaliste e un forte senso critico .  Con te abbiamo percorso i complessi sentieri del progetto unitario , in zona tre in particolare, senza mai realizzarlo a pieno. Ma fummo , a Milano , i precursori del lavorare insieme per l’ unità della sinistra. Ci trovavano un poco strani  , ci chiamavano “quelli della zona tre”. Ma abbiamo vissuto momenti alti di iniziativa unitaria, poi c’è stata di nuovo la frammentazione. Questo ti pesava , come a noi tutti , lo ricordavi spesso. Hai dato un contributo importantissimo alla vita della Casa della sinistra di Via Porpora, che mentre molte sedi di partiti e associazioni chiudevano a Milano , è stata mantenuta viva nella nostra zona , con la sua lunga storia . Ed è importante e va difesa e dovremmo fare più cose insieme. Oggi, caro Giulio , sono tempi politicamente difficili , ma , chissà , forse si riapriranno spazi per fare cose insieme , far vivere e avanzare i nostri valori di libertà , dignità del lavoro e solidarieta’ , cioè la capacità di riconoscersi nell’ altro e anche  di dire “nessuno è straniero” . Vedi Giulio, questi sono ancora i nostri valori ,come lo sono stati per te : sono anche  tuoi. Un po’ qui e un po’ la, ma siamo ancora un collettivo.

 Questo è il nostro saluto, l’ ultimo saluto. Ci ha unito una storia , una speranza , ci divide la morte. E’ un saluto segnato da due sentimenti la tristezza , ovviamente e l ‘affetto per te. I tuoi compagni e amici, le tue compagne e amiche.

 

 

Ultimo aggiornamento : 18-10-2017 13:44

   
Cita questo articolo nel tuo sito web
Preferiti
Stampa
Invia ad un amico
Articoli correlati
Salva in del.icio.us

Commenti utenti  File RSS dei commenti
 

Valuazione utenti

 


Aggiungi il tuo commento
Solo gli utenti possono commentare un'articolo.

Nessun commento postato



mXcomment 1.0.9 © 2007-2018 - visualclinic.fr
License Creative Commons - Some rights reserved
< Prec.   Pros. >