Home arrow La costruzione della sinistra arrow Dare continuità ai Comitati del NO - ref. costituzionale ?

logo

Dare continuità ai Comitati del NO - ref. costituzionale ?
(1 voto)
 

Scritto da Franco Calamida, 29-03-2017 14:39

Pagina vista : 1270

Favoriti : 165

Pubblicato in : La costruzione della sinistra, La costruzione della sinistra


Il successo del NO al referendum costituzionale ha evitato la gravissima manomissione della Costituzione . Straordinaria la partecipazione e quella dei giovani in particolare . E' possibile dare continuità a quella esperienza ? Far conoscere la Costituzione e battersi per l' applicazione ? A quali condizioni? Riportiamo la presa di posizione e le proposte del Comitato di zona 3 .

Caro Pierpaolo Pecchiari, coordinatore del Comitato cittadino , abbiamo discusso sulle diverse proposte in campo.

Abbiamo queste idee : a livello internazionale , europeo e nazionale la situazione è indubbiamente inquietante . Anche  la crisi della democrazia  genera mostri .  Avanzano infatti istanze e formazioni politiche e anche "culture"  diffuse in molti paesi che rimettono in discussione  il moderno costituzionalismo , che ha segnato  le società  fondate sui  valori di libertà , eguaglianza e fraternità . Nel nostro paese l' affermazione del composto fronte del NO ha impedito che la nostra Costituzione venisse manomessa. Ma non è certo in sicurezza , è tuttora minacciata . Questa assai ovvia e certo condivisa premessa , non può che avere , per noi , una conseguenza : rispondiamo positivamente all' invito del Comitato nazionale di dare continuità all' esperienza della campagna del NO. Siamo ricchi del patrimonio delle elaborazioni , con la forza del loro rigore morale , dei Costituzionalisti che han guidato la campagna, da un alto e della nostra buona volontà , come Comitati , dall' altro . Occorre infatti coerenza   con la percezione dei rischi che corre la democrazia , la buona politica e la democrazia. Non sappiamo se saremo all' altezza del compito , siamo ben coscienti delle condizioni di frammentazione e separatezza presenti anche tra le forze che sono formalmente impegnate nella difesa della democrazia.  E' evidente che in ordine sparso non avremmo credibilità alcuna. La sfida è costruire quella massa critica che possa efficacemente incidere in tutte le direzioni , verso la società e le istituzioni.  Se non noi , chi altri tradurrà in cultura politica  sul territorio i valori e le  proposte del Comitato nazionale e darà anche contributi di idee ? Chi altri ? Questo è il punto . Questo motiva lo sforzo  per dar vita ad un movimento come descritto nei recenti documenti nazionali. La forma organizzativa più funzionale  ci pare essere quella già sperimentata :  la rete di Comitati e il Comitato cittadino ( con il nuovo nome). Ma , come è stato detto , lo spontaneismo non basta . Occorre un gruppo operativo ristretto che traduca in fatti , iniziative ecc ecc  gli orientamenti del Comitato cittadino e che generalizzi le esperienze positive dei Comitati di territorio . Non strutturarci in questo senso implica una grave responsabilità .

Il comitato dovrebbe operare a “geometria variabile” , per campagne su precisi obiettivi ,da promuovere con chi condivide ( ad esempio per l’ applicazione dell’ art. 49 è improbabile l ‘adesione del M5S ma lo potrebbe essere per la costituzionalizzazione del diritto all’acqua) . Oltre ai condivisibili obiettivi proposti dal nazionale e all’ impegno per i due referendum CGIL , segnaliamo i seguenti :

* una legge di iniziativa popolare per l 'insegnamento nelle scuole  della Costituzione ; * il testo della Costituzione tradotto in più lingue destinato  agli universitari stranieri ; *la “buona manutenzione “  cioè le proposte di Stefano Rodotà  per il superamento bicameralismo perfetto  e l obbligo di votazione in Parlamento delle leggi di iniziativa popolare  ; * nella stessa direzione di rafforzamento della democrazia diretta , va la richiesta di riduzione  del quorum per i referendum ; * la costituzionalizzazione del diritto all' acqua  ;  la legge di iniziativa popolare proposta da Ferrajoli ( art. 49 ) , pilastro , contradditorio oggi , dell ‘intero impianto della Costituzione , almeno con un avvio di discussione  ;  *proporre il 2 giugno come giorno della festa della Costituzione ; *rendere immodificabili gli articoli dei diritti fondamentali  ; *il voto a 18 anni anche per il senato .

Ovviamente bisogna  scegliere le priorità . Non certo tutto insieme . Ma questi temi indicano la direzione di marcia e la ragion d’ essere del movimento . Una particolare attenzione , ovviamente , va rivolta ai giovani e alla loro attiva partecipazione . Va date continuità ai rapporti instaurati nel corso della campagna con studenti di diverse università e presa in considerazione la proposta di inchiesta con la loro collaborazione. 

Raccolti punti di vista di tutti i Comitati un primo atto per la nascita del movimento dovrebbe essere , a nostro giudizio ,  la promozione di una assemblea cittadina con la partecipazione di quelle forze e individualità che hann aderito alla campagna del NO e condividono la sfida della continuità e sviluppo di un movimento . 

 

Comitato per la democrazia costituzionale  del Municipio 3 .


Ultimo aggiornamento : 29-03-2017 14:39

   
Cita questo articolo nel tuo sito web
Preferiti
Stampa
Invia ad un amico
Articoli correlati
Salva in del.icio.us

Commenti utenti  File RSS dei commenti
 

Valuazione utenti

 

Visualizza 1 di 1 commenti

Applicare la Costituzione

Scritto da: calamida (Membro) 29-03-2017 13:47

Applicare la Costituzione

Scritto da: calamida (Membro IP 188.114.103.38) 29-03-2017 13:47

Credo sia buona cosa dare continuità . Sono utili tutti i giudizi e commenti . Chi condivide le proposte di zona 3 ? Ve ne sono altre ? franco calamida

 

» Segnala questo commento all'amministratore

» Rispondi a questo commento

Visualizza 1 di 1 commenti



Aggiungi il tuo commento
Solo gli utenti possono commentare un'articolo.


mXcomment 1.0.9 © 2007-2018 - visualclinic.fr
License Creative Commons - Some rights reserved
< Prec.   Pros. >
Notizie - La costruzione della sinistra

Newsletter

Tieniti aggiornato con le news della Sinistra di Milano
La Sinistra in Zona - Milano


Ricevi HTML?

Feed RSS

Come fruire di un feed RSS
Sottoscriviti a questo Feed