Home arrow La costruzione della sinistra arrow Renzi e Napolitano : nemici della Costituzione

logo

Renzi e Napolitano : nemici della Costituzione
(1 voto)
 

Scritto da Franco Calamida, 16-04-2016 08:42

Pagina vista : 1383

Favoriti : 167

Pubblicato in : La costruzione della sinistra, La costruzione della sinistra


Al referendum contro le trivelle e per le energie rinnovabili vota si . Poi con Renzi ci vediamo ancora ad ottobre.


Matteo Renzi e Giorgio Napolitano invitano ad astenersi in occasione del referendum contro le trivelle . Sostengono che l' astensione è legittima . In effeti lo è . Ma è cosa ben diversa dalla non partecipazione al voto . La Costituzione attribuisce al referendum un significato importantissimo . E' la democrazia diretta esercitata appunto direttamente dagli elettori , è la sovranità popolare esercitata direttamente dal popolo .Per la democrazia rappresentativa ( gli eletti sono i rappresentanti ) è previsto un potente fattore di bilanciamento dei poteri. Potente , se ben esercitato , cioè dal basso. Il popolo può contrapporsi non solo a questo o quel partito , ma a tutti , tutti i rappresentanti . Se , ipotesi di scuola , il Parlamento votasse una legge all' unanimità , il popolo potrebbe cancellarla. Tutta , contro tutti . La Costituzione ( escludendo giustamente alcuni terreni , come le leggi fiscali ... "vuoi tu pagare le tasse ?" e chi voterebbe si ) trasferisce la sua funzione ( la funzione è potere) di legislatore al popolo . Il popolo esercita un diritto ( non una concessione) che i Padri costituenti ( bei tempi , almeno per questo aspetto) hanno voluto proprio come testimonianza di forza della Costituzione stessa : popolo , tu puoi legiferare , popolo la tua legge è legge .
Per il successo occorre il 50% + 1 , come in Parlamento , e come ogni parlamentare in Parlamento , ogni cittadino può astenersi ( in effetti non tutto è riducibile ad un si o un no ) . Ma per astenersi il cittadino/a deve andare a votare e votare scheda bianca , contribuendo così al quorum. Ha espresso la sua volontà , ha svolto il suo dovere . La democrazia è partecipazione. Perchè deve ? Per questa ragione : in Parlamento chi vuole si astiene votando , ma se esce dall' aula per far cadere il numero legale sospende la ragion d' essere del Parlamento : fare le leggi . Ma il giorno successivo il Parlamento può nuovamente esercitare la sua funzione legislativa . Non così per il referendum : il temporaneo trasferimento di poteri , non viene sospeso , ma cancellato . Colpo di spugna , colpaccio di spugnaccia ." Popolo , che ti credevi , di legiferare ? O gonzo ." Renzi e Napolitano stanno producendo un vulnus ( una ferita) alla già malmessa Costituzione. Non è vero che non andare a votare è una scelta come un altra ; e comunque l' invito al boicottaggio rivolto dal governo ( il potere esecutivo , che è distinto , come è noto a tutti , salvo che a Renzi , da quello legislativo , ) all 'elettorato è una drammatica e disgustosa forma di disprezzo della Costituzione e dunque del popolo. "Popolo , io , alleato con i qualunquisti , quelli del - io me ne frego - io intendo far cadere il numero legale in tutto il paese. E fregarti . Dici che legiferare è un tuo diritto ? E chi se ne frega . " Anche questo è un buon motivo per votare , ottimo . Come votare? Questo è il più facile dei quiz . Secondo coscienza , cioè : SI.  franco calamida .


Ultimo aggiornamento : 16-04-2016 08:42

   
Cita questo articolo nel tuo sito web
Preferiti
Stampa
Invia ad un amico
Articoli correlati
Salva in del.icio.us

Commenti utenti  File RSS dei commenti
 

Valuazione utenti

 


Aggiungi il tuo commento
Solo gli utenti possono commentare un'articolo.

Nessun commento postato



mXcomment 1.0.9 © 2007-2018 - visualclinic.fr
License Creative Commons - Some rights reserved
< Prec.   Pros. >
Notizie - La costruzione della sinistra

Newsletter

Tieniti aggiornato con le news della Sinistra di Milano
La Sinistra in Zona - Milano


Ricevi HTML?

Feed RSS

Come fruire di un feed RSS
Sottoscriviti a questo Feed