E ora ? il dopo elezioni .
(0 voti)
 

Scritto da Franco Calamida, 09-06-2015 15:17

Pagina vista : 1924

Favoriti : 247

Pubblicato in : La costruzione della sinistra, La costruzione della sinistra


Alcuni spunti di riflessione che ho proposto a CBC e che riguardano tutta l' area  impegnata nel progetto di costruzione di un nuovo soggetto poitico.

Riporto solo alcuni spunti , molto improvvisati , frutto di alcune discussioni a caldo  che possono essere utili per un serio approfondimento o per sollecitare altri punti di vista.
I giudizi generali sono già noti : salvo la Lega tutti perdono voti , l'astensione ha raggiunto livelli di guardia ( non esiste una democrazia senza elettori) , da bibolare il sitema si è trasformato in tripolare , il M5S è il secondo partito ( ipotesi teorica,per ora : in caso di ballottaggio alle politiche il Pd affronterebbe il M5S), tutto il sistema politico è scosso dalle fondamenta , Il PD ha perso 2 milioni di voti  , Renzi pare accusare il colpo , ma  sembra intenzionato a concedere ben poco alla sinistra interna ,  ( i toni paiono essere sempre gli stessi). Inoltre l' indebolimento di Renzi blocca l'uscita di dissidenti , infatti la sinistra interna riprende fiato.  Anche il risultato a sinistra del PD , Tsipras compresa , non è positivo, non si è raccolto nell' area dell' astensione, fuori dalla coalizione è difficile , quasi impossibile raccogliere risultati soddisfacenti , salvo situazioni come quella Ligure ( la candidata era effettivamente "impresentabile" ), comunque del tuttto particolare. Anche Sel , da sola , ha difficoltà , non poche , a superare il 3% ( andrebbe tenuto presente anche per le amministative a Milano , nel senso che la nostra area di riferimento , fatta solo di condivisione di valori e contenuti , può essere necessaria per un positivo risultato ) .
Il 9,6 %  per Pastorino in Liguria è un discreto risultato , Cofferati e Civati hanno in effetti inciso . In questo contesto Rifondazione rilancia la Costituente a breve , che non escluda nessuno, in Sel avanza il progetto  "con  Sel oltre Sel " , di Tsipras che dire ? Io non so lo so.  Mi pare tutto fermo , comunque non dispongo di informazioni particolari , chi ne ha , per favore le socializzi.  Io so solo quello che sa un aderente attivo in un Comitato : nulla.
Alla prima assemblea della Coalizione sociale era presente Agnoletto , a Milano il 13 giugno alle ore 15 30 alla festa Fiom in una assemblea si discuterà di come promuoverla a livello metropolitiano . Sarà bene essere presenti e intervenire con qualche proposta : innanzitutto il successo del Convegno del 26 e 27 ( riguarda tutti , tutta l'area della Coalizione sociale ) perchè è una politica , la politica dei beni comuni . Poi la scuola e il reddito minimo garantito . Anche l 'art. 49 può essere un terreno di iniziativa . In sintesi direi che la situazione non è delle migliori , si apre per noi qualche maggiore spazio ( ma le forze son quelle che sono ) . Inoltre non sono le elezioni che fondano i progetti politici ( pur essendo importanti perche' definiscono potenzialità e danno speranza ad espettative che ci sono ) . Io son sempre della stessa idea : la sinistra alternativa (chiamiamola ancora così )non c'era prima delle elezioni europee , non c' è stata dopo ( occasione persa) e non c'è adesso. Qualcosa si può fare ? Si direi di si , ci vuol pazienza.  franco calamida.

Ultimo aggiornamento : 09-06-2015 15:17

   
Cita questo articolo nel tuo sito web
Preferiti
Stampa
Invia ad un amico
Articoli correlati
Salva in del.icio.us

Commenti utenti  File RSS dei commenti
 

Valuazione utenti

 


Aggiungi il tuo commento
Solo gli utenti possono commentare un'articolo.

Nessun commento postato



mXcomment 1.0.9 © 2007-2018 - visualclinic.fr
License Creative Commons - Some rights reserved
< Prec.   Pros. >
Notizie - La costruzione della sinistra

Newsletter

Tieniti aggiornato con le news della Sinistra di Milano
La Sinistra in Zona - Milano


Ricevi HTML?

Feed RSS

Come fruire di un feed RSS
Sottoscriviti a questo Feed