Home arrow La costruzione della sinistra arrow CostituzioneBeniComuni : la lettera di intenti .

logo

CostituzioneBeniComuni : la lettera di intenti .
(0 voti)
 

Scritto da Franco Calamida, 20-05-2015 15:16

Pagina vista : 1932

Favoriti : 256

Pubblicato in : La costruzione della sinistra, La costruzione della sinistra


Dopo le recenti iniziative promosse da CBC , in particolare il Convegno del 7 febbraio sul tema Expo , ci sono pervenute richieste di saperne di più su questo collettivo . Riporto l' " atto fondativo" , redatto dopo la sconfitta alle ultime elezioni  regionali . Ci trovammo in 4 0 5 , di storia comune , concordammo che non era accettabile il "tutti a casa" , per quanto pesante fosse la sconfitta. Promuovemmo una assemblea alla Camera del Lavoro , perchè nessuno , proprio nessuno aveva pensato che era un atto dovuto ad una area dell'alternativa ( diciamo così) di centinaia di compagne e compagni presente da tempo a Milano.
Non proponemmo nulla , solo : "Eccoci qui" . Fu molto partecipata , sala stracacolma ,  interventi non demagocici , non rituali . Volontà di resistere . Nei giorni successivi scrivemmo questa carta degli intenti. Franco Calamida per CBC .


La Costituzione è la nostra Rivoluzione.

Il succedersi rapido di eventi ,  l’ ascesa di Matteo Renzi e la democrazia a rischio, le indubbie difficoltà della sinistra, ma anche le diffuse volontà  di resistenza democratica richiedono una riflessione approfondita, che non si fermi alla superficie dei problemi, con la capacità di rimettere in discussione tutto quanto va messo in discussione. In particolare la frammentazione delle forze che si sono proposte e ancora possono proporsi l’obiettivo di un radicale cambiameno della società. Questa frammentazione ci spinge tutte/i nel campo dell’irrazionalità politica. Si sta’ infatti esaurendo una lunga storia, anche la nostra storia. I conti vanno fatti su contenuti di spessore.

E’ all’ordine del giorno la critica alle forme della rappresentanza, critica portata da decenni dal movimento delle donne. Questo movimento sollecita a tutte/i la assunzione della consapevolezza che la forma storica, verticistica e gerarchica, delle organizzazioni della sinistra, sociali, sindacali e politiche non è più adeguata ad una società che è già fuori da un schema gerarchico- patriarcale.

Il liberismo ha portato il mondo sull'orlo dell'abisso della crisi economica e ambientale, crisi di civiltà e del sistema politico. La sinistra non poteva vivere di pensiero unico, di equilibrismi e di testimonianze ideologiche del proprio passato, unita da un solo denominatore: l'antiberlusconismo. Poteva vivere se cominciava unitariamente a progettare la transizione verso un'idea diversa di sviluppo, traducendo in pratica politica le elaborazioni dei movimenti. In realtà questo compito è stato svolto proprio dai movimenti, che hanno fatto la politica: da Seattle, al G8, ai Forum Sociali, dal movimento dell'acqua alla TAV. Dalle lotte contro i licenziamenti, con i conseguenti drammi esistenziali della disoccupazione, contro il degrado dell’istruzione. I partiti della sinistra non hanno offerto rappresentanza a questi movimenti, non ne hanno intercetto il consenso. Il successo elettorale del contraddittorio M5S è anche il risultato di tutto ciò. Ed è orientato contro i partiti. Siamo ovviamente aperti al confronto sui contenuti con il composito M5S, ben sapendo che rischia di essere il contenitore entro il quale i movimenti esauriscono la loro autonoma potenzialità. Molte/i di noi hanno condiviso i contenuti dell’appello “Cambiare si può “ e hanno partecipato alle assemblee, svoltesi alla Camera del lavoro. L’esito non è stato quello che auspicavamo, ma le aspettative di periodo, cioè oltre la stessa scadenza elettorale, delle/dei partecipanti sono tuttora un nostro riferimento.

Ancora una volta diciamo : è necessario ricominciare, innanzitutto nella nostra città  partendo dai problemi concreti e, come si suol dire, dal “basso” ( termine che diventa molto usato quando in alto le cose van male) con la valorizzazione della politica dei contenuti, con la critica alla personalizzazione della politica, con la coerente visione della società e del valore dell’ unità a sinistra. Con la stessa novità di linguaggio e concretezza delle proposte. In sostanza: vorremmo, con altri, contribuire alla messa in rete di pratiche radicate nel territorio e nel tessuto sociale . Fare opposizione e cultura politica innovativa. Pensiamo infine possa essere utile dar vita ad “ un collettivo “(con partecipazione a titolo personale), che si proponga di favorire lo sviluppo di relazioni tra espressioni di movimenti, di associazioni, di forze politiche e di comitati di quartiere, portatori delle esperienze che furono chiamate dell’alternativa di sinistra o della sinistra radicale. Per contribuire ad un percorso (i contenuti della transizione) che inglobi il patrimonio di compagni, persone e valori della sinistra.

Non abbiamo alcuna ambizione elettorale, ne’ di svolgere un ruolo di particolare rilievo nel panorama politico, alcune/i hanno storie comuni, altri no. Vorremo offrire forme, momenti e strumenti di confronto, utili alla ripresa di un cammino, che non ripeta il passato, pur nella difficile situazione nella quale ci troviamo. Utili ad una ricerca e alla promozione di iniziative comuni per quanti hanno fatto banchetti per i referendum dell’acqua e del lavoro e le molte buone cose, spesso piccole, che nella società segnano la presenza quotidiana della buona e disinteressata politica. Potremmo definirci un crocevia, ove si cerca di contrastare le separatezze e gli steccati. Se dovessimo riassumere in uno slogan i nostri riferimenti, diremmo: Costituzione e beni comuni.

 

Il gruppo: Costituzionebenicomuni.

Andrea Di Stefano - Anita Sonego - Vittorio Agnoletto - Edoardo Baj - Piero Basso - Roberto Biorcio - Franco Calamida - Loris Caruso - Cristina Cattafesta - Leo Ceglia - Leonardo Fiorentino - Antonio Lareno - Piero Leodi - Stefano Levi - Corrado Mandreoli - Emilio Molinari - Nello Patta - Paolo Pinardi - Ester Prestini - Basilio Rizzo - Alessandro Santoro - Guglielmo Spettante

 

 

 


Ultimo aggiornamento : 20-05-2015 15:16

   
Cita questo articolo nel tuo sito web
Preferiti
Stampa
Invia ad un amico
Articoli correlati
Salva in del.icio.us

Commenti utenti  File RSS dei commenti
 

Valuazione utenti

 


Aggiungi il tuo commento
Solo gli utenti possono commentare un'articolo.

Nessun commento postato



mXcomment 1.0.9 © 2007-2018 - visualclinic.fr
License Creative Commons - Some rights reserved
< Prec.   Pros. >
Notizie - La costruzione della sinistra

Newsletter

Tieniti aggiornato con le news della Sinistra di Milano
La Sinistra in Zona - Milano


Ricevi HTML?

Feed RSS

Come fruire di un feed RSS
Sottoscriviti a questo Feed