Home arrow Lavoro / Stato Sociale arrow Tre referendum per estendere l'art. 18

logo

Tre referendum per estendere l'art. 18
(1 voto)
 

Scritto da Franco Calamida, 11-10-2014 09:07

Pagina vista : 1948

Favoriti : 284

Pubblicato in : Lavoro, Lavoro / Stato Sociale


Ecco Matteo Renzi , ecco dove eravamo , ecco cosa abbiamo fatto e tu stai distruggendo. Ecco i nostri successi : una mensilità per anno lavorativo come liquidazione - la giusta causa nelle piccole imprese con indennizzo monetario . E' bene farlo sapere . Chi può , chi vuole faccia circolare .
Matteo Renzi accusa i sindacati di essere responsabili per le discriminazioni in tema di diritti tra lavoratori tutelati dall’ art. 18 , una minoranza , quelli di serie B . Chiede “ Dove eravate?” La domanda è indecente , ma è opportuna una risposta . Non capisco perché nessuno lo abbia già fatto. Ebbene , mascalzone , “c’eravamo , questi sono i fatti.”
Nel 1981/82 fu proposto , da DP , un referendum per estendere alle fabbriche con meno di 15 dipendenti l’art.18 e un secondo sulla liquidazione ( Il TFR ). Il primo non fu ammesso , il quesito non era univoco , il secondo vide un compromesso , proposto dalla Cgil e altre forze , fu condiviso anche da DP , e anche da me ( ero responsabile nazionale) . Portò ad una legge che estendeva a tutti il diritto alla liquidazione pari ad una mensilità moltiplicata per gli anni di lavoro. La legge ,che andava nella direzione dei proponenti il referendum, evitò la votazione , ma il risultato fu un buon risultato. C’è ancora oggi .
Nel 1990 , sempre sullo stesso tema , estensione alle piccole fabbriche dell’art. 18, il referendum fu ammesso . Sempre una legge evitò la votazione. Rendeva la giusta causa necessaria per quasi tutti i licenziamenti (sebbene solo per le imprese con più di 15 dipendenti restava la tutela reale del posto , cioè la reintegra.) Negli altri casi veniva introdotta la compensazione monetaria. Che non c’era. Oggi direi che fu comunque un buon risultato .
Nel 2003 di nuovo alla carica , sempre estensione dell’art. 18 alle piccole imprese . Votò solo poco più del 25% , ma furono pur sempre 10 milioni di voti , l’87 % votò si.
Ecco dove eravamo , Fiom e Cgil e CDF e la gran parte dei lavoratori e quei partiti piccoli , ma dalle grandi ragioni , che sempre si sono battuti per il lavoro e la dignità del lavoro. L’art. 18 è infatti il pilastro centrale dello Statuto dei lavoratori , che è la legge della dignità del lavoro. Non chiedo al mascalzone : “ E tu dove eri ?” perché poco importa ; non ha dignità , è quella la sua forza.
Franco Calamida

Ultimo aggiornamento : 11-10-2014 09:07

   
Cita questo articolo nel tuo sito web
Preferiti
Stampa
Invia ad un amico
Articoli correlati
Salva in del.icio.us

Commenti utenti  File RSS dei commenti
 

Valuazione utenti

 


Aggiungi il tuo commento
Solo gli utenti possono commentare un'articolo.

Nessun commento postato



mXcomment 1.0.9 © 2007-2018 - visualclinic.fr
License Creative Commons - Some rights reserved
< Prec.   Pros. >
Notizie - Lavoro / Stato Sociale

Newsletter

Tieniti aggiornato con le news della Sinistra di Milano
La Sinistra in Zona - Milano


Ricevi HTML?

Feed RSS

Come fruire di un feed RSS
Sottoscriviti a questo Feed