Home arrow PRC Zona 3 arrow Contro il trattato Usa Ue ( ttip )

logo

Contro il trattato Usa Ue ( ttip )
(5 voti)
 

Scritto da Franco Calamida, 25-06-2014 17:35

Pagina vista : 2215

Favoriti : 339

Pubblicato in : PRC Zona 3, PRC Zona 3


E' urgente , dopo il successo elettorale , il lancio di una campagna mobilitante , che coinvolga tutti , dica chi siamo su di un contenuto : la politica dei beni comuni .

Mi pare urgente che l'Altra Europa con Tsipras lanci una campagna utile , importante , mobilitante e aggregante. Il ttip (trattato Usa - UE) credo abba queste caratteristiche e può essere articolato e reso a tutti comprensibile . Es : La Nestle' potrebbe far causa a quei governi ,forse anche regionali( va verificato) , che con norme di tutela del diritto all'acqua pubblica ostacolano la privatizzazione e i "diritti" del libero mercato, cioè i suoi profitti. Ai 27 milioni che han votato il referendum ovviamente interessa , cancellerebbe il pronuciamento popolare , il loro (e nostro) e anche la democrazia .Per il nucleare è già successo : una azienda produttrice di centrali , leader mondiale, ha denunciato la Germania per la legge di uscita dal nucleare che la danneggia . Questo investe una questione importante : il modello energetico . Per l'alimentazione i "gas" possono esaminare il materiale disponibile , è assai vasto, e chiarire tutte le conseguenzedel trattato : gli ogm , l'autonomia alimentare , il cibo bene comune ( pensiamo a noi stessi e al mondo , noi siamo non solo al mondo, ma dentro). Lo stesso si può dire per ambiente , servizi , istruzione, salute ( solo Europa e Canada hanno un sistema sanitario pubblico , grande conquista del movimento operaio e dei partiti della sinistra e delle lotte del 68 nei paesi dell'Europa... e non di altri ; non per essere "retro", ma è così . E si corre veramente il rischio di perdere questa conquista, è così ) .I terreni sui quali opererebbe il trattato sono molti , o meglio sono tutti. E' globale. Certo è un lavoro impegnativo , ma possiamo coinvolgere tutti quanti condividono la politica dei contenuti e la politica dei beni comuni ( che c'è quasi solo nei documenti e nei discorsi). Forze politiche , associazioni , movimenti , gruppi , ecc ecc. . Un lavoraccio ? forse . Ma se il Comitato Cittadino Tsipras condivide in settembre possiamo partire. Inoltre è una campagna politica ( evviva la buona politica) : dice al governo ,Pd e Matteo Renzi : " fermatelo , non " firmatelo" " . E il nostro appello rivolto ai cittadini e anche agli elettori e militanti del PD per il semestre a presidenza italiana. Che il semestre non sia il trionfo delle privatizzazioni , la cancellazione di ogni vincolo per i movimenti dei capitali e le operazioni finanziarie ( il denaro che produce denaro), e miseria , dunque il trionfo del dio denaro sui bisogni e sofferenze di gran parte della nostra , e delle, società. L'appello si potrebbe poi lanciare sul web e anche raccogliere firme e poi , in autunno fare , in zona 3 o anche cittadina , una assemblea , importante , invitando al confronto PD e 5 stelle , ma sopratutto cittadini sensibilizzati , comitati , associazioni e movimenti ( darebbe a tutti più forza e credibilità). Non possiamo , non dobbiamo , stare fermi . Facciamo delle cose , facciamole presto. I contenuti , appunto . Sarebbe una risposta non solo alle aspettative di quanti/e ci han votato , ma anche nostre e di quelli che si dan da fare. Come possono , come possiamo ,ovviamente.   franco calamida.   Circolo Prc Peppino Impastato - comitato Tsipras zona tre.

 
  •  

Ultimo aggiornamento : 25-06-2014 17:35

   
Cita questo articolo nel tuo sito web
Preferiti
Stampa
Invia ad un amico
Articoli correlati
Salva in del.icio.us

Commenti utenti  File RSS dei commenti
 

Valuazione utenti

 


Aggiungi il tuo commento
Solo gli utenti possono commentare un'articolo.

Nessun commento postato



mXcomment 1.0.9 © 2007-2018 - visualclinic.fr
License Creative Commons - Some rights reserved
< Prec.   Pros. >