Home arrow La costruzione della sinistra arrow Doc dell'assemblea dei comitati per Tsipras del 3 giugno

logo

Doc dell'assemblea dei comitati per Tsipras del 3 giugno
(0 voti)
 

Scritto da Franco Calamida, 04-06-2014 15:21

Pagina vista : 1964

Favoriti : 282

Pubblicato in : La costruzione della sinistra, La costruzione della sinistra


Si è trattato di una assemblea positiva , tutti hanno confermato la volontà di andare avanti , di avviare un percorso . Però il controllo e direzione restano le stesse della fase precedente , quella della campagna elettorale. Va bene niente fretta , ma non quasi indietro : il movimento va strutturato con nuovi gruppi di coordinamento , aperti ai movimenti , acqua , sinistra sindacale , e ai nuovi collettivi di giovani. E c'è , non piccola , la questione di genere.franco calamida.
1/2
ASSEMBLEA DEI
COMITATI L’ALTRA EUROPA CON TSIPRAS MILANO
Dalla lista Tsipras può partire un rilancio politico e culturale a Sinistra.
Salutiamo tutti come positivo il risultato delle elezioni politiche per la lista
L’altra Europa con Tsipras, che ha superato lo sbarramento del 4% . Un piccolo
ma importante tassello italiano si è aggiunto in Europa a quelli più numerosi
espressi in altre nazioni, per costruire un progetto alternativo alle larghe
intese fra PPE e PSE , divenute ormai funzionali al governo delle banche e della
finanza. Un progetto alternativo di rilancio dell’Europa dei Popoli, del lavoro e
della solidarietà, che possa ostacolare l’avanzata dei nazionalismi e dei fascismi
che a partire dalla Francia, dalla Gran Bretagna e anche dall’Italia si vanno
unendo in funzione antieuropeista.
Il risultato positivo dell’Altra Europa con Tsipras, a Milano (6,5%) e nella sua
Provincia, ottenuto contemporaneamente alla grande avanzata del PD di Renzi,
è un dato importante frutto del lavoro collettivamente svolto da tanti e tante.
Ogni voto è stato conquistato da tutti noi soggetti singoli e collettivi, comitati,
partiti e associazioni, a dispetto dell’oscuramento mediatico e dalla campagna
condotta sul voto utile.
Oggi possiamo dunque porci l'obiettivo di non disperdere questa esperienza ma
di rilanciare nuovi assi di lavoro comune, partendo dalla consapevolezza che un
percorso elettorale si è concluso e che per ricostruire un progetto di Sinistra in
questo Paese e nel nostro contesto territoriale occorre un grandissimo sforzo di
riflessione, proposta, lotta e iniziativa politica, che metta al centro l'asse
dell'innovazione della cultura politica e quello dell'utilità della Sinistra nella
trasformazione della società.
L’unità, la coerenza negli obiettivi, la capacità di mettere al primo posto il bene
comune della lista, è stato il vero motore di questa impresa collettiva. Il
risultato degli eletti è frutto del responso libero degli elettori che nelle
preferenze si sono espressi.
Non possiamo quindi, che distanziarci, da un dibattito che sentiamo vecchio,
stantio e sorpassato dall’impresa comune, su presunte primogeniture, passi
indietro e dibattiti su partitisti e antipartitisti. Tutto questo è inutile anzi
dannoso, sono questioni politicistiche ad uso e consumo dei personalismi, che
nulla centrano con la sofferenza sociale.
Oggi possiamo provare a diventare un progetto politico che prova a muovere i
suoi primi gracili passi e ogni settarismo e incoerenza rischia di distruggere
questa possibilità e il lavoro già svolto.
Abbiamo accolto prima con disappunto la decisione di Barbara Spinelli, di
condurre una campagna elettorale anticipando la sua indisponibilità a
proseguire la candidatura. Oggi siamo di fronte ad un ripensamento che non è
solo di Barbara Spinelli, ma che è, come spiega la lettera di Alexis Tsipras, un
gesto politico che propone essere di grande importanza. Se tale sarà la sua
2/2
decisione sosteremo lealmente il suo prezioso lavoro in Europa a sostegno
della battaglia comune. Ciò nonostante non possiamo che sottolineare
l’incoerenza e la delicatezza politica, la fragilità ulteriore a cui sarebbe indotto il
progetto di tutti.
Da questa ulteriore esperienza e dalle tante difficoltà riscontratesi in campagna
elettorale, traiamo la necessità che insieme tutti/e, si debba fare uno scatto
senza il quale il progetto dell’Altra Europa con Tsipras rischia di non trovare
uno spazio largo di accoglienza tra i cittadini e attivisti. Siamo consapevoli che
con il 25 maggio si è chiuso un progetto elettorale ora può aprirsi un processo
politico nuovo che richiede uno scatto da parte di tutti/e.
Il salto che chiediamo a tutti/e è quello della democrazia e partecipazione,
dell’uscita dalla fase dei garanti, dal centralismo che ci ha caratterizzato
inizialmente. Tutti e tutte/e siamo sullo stesso piano, senza tutele e
primogeniture e senza centralizzazioni inconcludenti.
Non esistono padri e madri eterni, ma la partecipazione e la democrazia, che
vogliamo portare nel paese e che dobbiamo praticare tra di noi. La funzione di
garanzia non può che essere un esercizio collettivo di tutti e di ciascuno e non
può che derivare dalla generoso lavoro e dall'appassionato impegno da portare
avanti. Questo chiediamo all’Assemblea Nazionale dei Comitati del 7 giugno.
Per questo siamo tutti disponibili a proseguire un lavoro comune e avviare un
dialogo tra partiti, associazioni, comitati e singoli, perché solo un percorso di
discussione e di coinvolgimento reciproco potrà nel tempo aiutare tutti/e a
diventare un progetto omogeneo, il progetto di una coalizione sociale che abbia
come orizzonte “prima le persone”.
Una sinistra che nel dare risposte alla vita reale vive nel sociale, ma che ha
anche l'ambizione del governo, inteso come pratica di cambiamento e
innovazione sociale. Un progetto che deve partire dal ritrovare una proposta
politica e culturale per la Sinistra in Italia e in Europa e che non può
certamente cercare scorciatoie organizzativistiche.
Non dobbiamo limitarci a coinvolgere le nostre forze attuali, ma dobbiamo
porci l’obiettivo di rendere protagoniste aree ben più larghe di cittadini che ci
hanno dato il consenso elettorale. In tal senso una pratica inclusiva e
accogliente e il rilancio dei contenuti politici più importanti del programma
elettorale, dandosi i tempi necessari, potranno diventare lo strumento utile per
la nostra impresa politica.
Per meglio definire il percorso, sollecitare nuove energie e forze alla
partecipazione, proponiamo a tutti/e un’Assemblea Pubblica del “popolo
dell’Altra Europa con Tsipras che sarà comunicata al più presto.

Ultimo aggiornamento : 04-06-2014 15:21

   
Cita questo articolo nel tuo sito web
Preferiti
Stampa
Invia ad un amico
Articoli correlati
Salva in del.icio.us

Commenti utenti  File RSS dei commenti
 

Valuazione utenti

 


Aggiungi il tuo commento
Solo gli utenti possono commentare un'articolo.

Nessun commento postato



mXcomment 1.0.9 © 2007-2018 - visualclinic.fr
License Creative Commons - Some rights reserved
< Prec.   Pros. >
Notizie - La costruzione della sinistra

Newsletter

Tieniti aggiornato con le news della Sinistra di Milano
La Sinistra in Zona - Milano


Ricevi HTML?

Feed RSS

Come fruire di un feed RSS
Sottoscriviti a questo Feed