Home arrow La costruzione della sinistra arrow ) dicembre : chi sono - chi siamo ?

logo

) dicembre : chi sono - chi siamo ?
(0 voti)
 

Scritto da Franco Calamida, 24-12-2013 18:16

Pagina vista : 1927

Favoriti : 276

Pubblicato in : La costruzione della sinistra, La costruzione della sinistra


Riporto queste considerazioni. Il movimento 9 dicembre , per quel che rappresenta , merita una riflessione.

Il movimento 9 dicembre non esiste , per questo  è di grande rilievo . E’ molte cose diverse , composito , contradditorio , indistinto , numericamente non molto ampio, ma con un diffuso consenso sociale . Altrettanto estesa è stata la condanna da parte  delle forze politiche del centro sinistra . Il sostegno convinto non c’è stato da parte di nessuna. Forza nuova è, infatti, una associazione a delinquere . Ne scrivo dunque per ciò che si è espresso in Piazza Loreto , a Milano. Premetto che so benissimo  che tutto va sempre collocato nel contesto reale ; so bene che chi dice che non c’è differenza tra destra e sinistra , è di destra ; che nella società del “non lavoro” ( 7 milioni e oltre i disoccupati e semioccupati) molti auspicano la svolta autoritaria in quanto necessaria per conseguire la piena occupazione , come già accadde , nel recente passato , in Europa; che nella crisi senza fine  soffia un poderoso e inquietante vento di destra , 5 milioni sono i poveri e l’impoverimento colpisce la maggioranza della società.

Il movimento 9 dicembre non interpella in particolare  la sinistra , è contro tutti , anche contro di noi.

A me pare che ancor più rilevante del chiedersi : “ Chi sono loro?” lo sia il  chiedersi: “ Chi siamo noi?” .

Spetta infatti a noi , sinistra , innanzitutto scegliere se considerarci interpellati , dai fatti , o meno .

 

 La condanna ideologica : “ Sono fascisti , o comunque ottusi qualunquisti e piccolo borghesi ( ma come si riconosce un piccolo borghese ) strumentalizzati dalla destra “ è la scelta più tranquillizzante ; la forza del pregiudizio rende sereni , non richiede neppure lo sforzo di capire ; la rimozione semplifica tutto , la complessità non esiste , sebbene si tratti della  realtà . Che è complessa. “Noi siamo buoni per nascita  , loro sono cattivi per principio”. La protezione ( che c’è stata) della polizia sarebbe anche  dimostrazione che son di destra ; ma la polizia ha solo fatto ciò che dovrebbe far sempre , e non fa quasi mai , in particolare con operai e studenti. Inoltre , se fosse un logico ragionamento  , in tutti i nostri cortei dovremmo chiedere alla polizia di caricarci, per certificare la nostra collocazione a sinistra.

Ma questo piccolo “movimento” ( con forte peso mediatico) rappresenta la denuncia di ciò che tutti sapevano , che anche noi sapevamo già : una parte estesa della società “ non ce la fa più “ ; sono persone ,sono  madri con figli , con affitto , bollette e disperate ; sono pensionati a 500 euro al mese , un poco più , un poco meno ; sono quelli che per giorni e mesi e anni han cercato lavoro , e non ci sperano più.  E’ la società emarginata che si ribella “ non dobbiamo stare al bar ad aspettare , ribelliamoci” ; quelli che “non esistono” gridano “esistiamo , siamo qui” . Le nostre categorie di giudizio , incluse quelle distintive di sinistra e destra , non sono le più utili per capire , per ragionare , per cogliere il senso più profondo della drammaticità degli eventi . C’è una differenza con altre rivolte sociali del  passato ;  nel 68/69 la contestazione (certo diversa , nel segno politico e partecipazione  di massa) riguardava tutto e tutti , come oggi , ma c’era la speranza , il progetto , il futuro , che invece oggi non c’è .” Ladri del nostro futuro” , è la loro accusa , rivolta a tutti. Per “loro” , gli emarginati ( i milioni , non solo i manifestanti) la politica è corrotta , è cosa brutta , è lo strumento dei potenti che origina la loro  disperata infelicità e i loro quotidiani drammi esistenziali .La politica non da più senso alla vita ,ma la logora  e la distrugge. Sono contro tutto e contro tutti . Non contro il potere ,ma contro il potere che non da lavoro , non da risposte a primari bisogni di sopravvivenza e , credo , anche di dignità . Chi si ribella , sempre , ritrova dignità . “ Tutti a casa, ci pensiamo noi” . Loro stessi si rubano il futuro.

La loro mobilitazione ( ben organizzata in Piazza Loreto : molta visibilità , creando poco disagio; dialoganti e non aggressivi) è emblematica della crisi di sistema della politica , che anche noi viviamo . Non si sentono rappresentati da nessuno e non lo sono. Per loro( i milioni)  non c’è solo la crisi della rappresentanza , non c’è alcuna rappresentanza. Se non loro stessi. Cioè nessuna.

In questa complessità del reale dobbiamo scegliere il nostro punto di vista . Chiudere gli occhi o guardare altrove ( quanti , anche nel centrosinistra , han fatto così) ? oppure, come credo , chiedersi con quale luce illuminare (cioè  cercar di capire) la questione centrale , il cuore del problema , di trovare la chiave di lettura :  penso che  la luce va accesa sulla sofferenza umana e il dramma di persone reali , i “fantasmi” vivi , che esistono. Il riferimento non può che essere questo , il resto son conseguenze. Se così è , dobbiamo interrogarci, seriamente: ” Chi siamo noi?”

Se l’egualitarismo è il fattore distintivo della sinistra , mi chiedo : “ Cosa resta della sinistra?”  Come lottiamo contro le diseguaglianze , contro il fosso che separa quelli che esistono , noi , da quelli che “è come se non esistessero”, loro ?

La politica è ragione e passione . Per noi .

E per loro ?

  Nella denuncia hanno indubbiamente non poche ragioni , ma  in queste esistenze senza strategie di vita , quale gioiosa passione può esserci  se  è invivibile il presente ed già morto il futuro ?  franco calamida

 

 


Ultimo aggiornamento : 24-12-2013 18:16

   
Cita questo articolo nel tuo sito web
Preferiti
Stampa
Invia ad un amico
Articoli correlati
Salva in del.icio.us

Commenti utenti  File RSS dei commenti
 

Valuazione utenti

 


Aggiungi il tuo commento
Solo gli utenti possono commentare un'articolo.

Nessun commento postato



mXcomment 1.0.9 © 2007-2018 - visualclinic.fr
License Creative Commons - Some rights reserved
< Prec.   Pros. >
Notizie - La costruzione della sinistra

Newsletter

Tieniti aggiornato con le news della Sinistra di Milano
La Sinistra in Zona - Milano


Ricevi HTML?

Feed RSS

Come fruire di un feed RSS
Sottoscriviti a questo Feed