Home arrow PRC Zona 3 arrow Perchè Rodotà di Franco Calamida

logo

Perchè Rodotà di Franco Calamida
(3 voti)
 

Scritto da Franco Calamida, 20-04-2013 10:10

Pagina vista : 1906

Favoriti : 303

Pubblicato in : PRC Zona 3, PRC Zona 3


Situazione grave , è bene discuterne . Riporto un contributo su di un aspetto.

  1. Ma cosa rappresenta politicamente Stefano Rodotà ? Non è solo uno straordinario costituzionalista , che della Costituzione offre una solida lettura di sinistra ; non solo Costituzione da difendere ma vero e proprio " programma di cambiamento della società" ( diritto al lavoro ,eguaglianza , rimessa in discussione della stessa funzione sociale della proprietà privata). Esponente della sinistra indipendente , il gruppo parlamentare negli anni 80 "a sinistra del PCI" e con cultura politica assai prossima a quella di DP . Non temo smentite , sono giudizi espressi a ragion veduta. Ma cosa rappresenta oggi ? Una cultura politica , certo di sinistra , ma più precisamente la cultura dei beni comuni . Praticata e vissuta , con coerenza . Quella del movimento per l'acqua pubblica, nella sua dimensione più estesa ( no alle privatizzazioni, energia pulita, modello di consumi e idea solidale della società) .Del referendum fu promotore e animatore , ne qualificò il senso più profondo con una sua originale elaborazione. I consensi elettorali , 27 milioni di voti , furono superiori a quelli mai raggiunti dal centrosinistra. Quel consenso fu ,elettoralmente , raccolto dal M5S , la sua candidatura è stata proposta dal M5S , respinta dalla dirigenza del Pd , condivisa da numerosi Circoli e militanti del PD . Gli stessi , grosso modo , che fecero la raccolta firme . La sua candidatura ha avuto il sostegno , forte e convinto , di forze di quella che un tempo fu chiamata sinistra radicale ( Prc , Sel in particolare , anche se pare che Vendola oggi sostenga Prodi , ma questo mio ragionamento riguarda solo in parte i gruppi dirigenti ) . Sostengono Rodotà quelle migliaia di militanti ( associazioni , comitati , sinistra radicale e base del PD ) che fecero i banchetti , con entusiasmo e senso di ritrovata appartenenza . Questo è il punto : le migliaia di militanti , e questo spiega i conflitti interni del PD , tra militanti e dirigenti ( quelli tra componenti ignorano questo aspetto e comunque non ne condividono i contenuti ). Per questo la candidatura Rodotà è anche per Rifondazione una bandiera ( diciamo così , sia concesso ), una scelta che aprirebbe nuove prspettive   la sinistra . Dovrebbe discuterne il Partito e anche il nostro Circolo , darne la lettura politica , assume iniziative di propaganda estesa e di confronto con forze sociali , sindacali e politiche che hanno a cuore l'unità della sinistra sui contenuti . Oggi così fragile e compromessa . E anche dire come si colloca nel possibile avvio di un percorso indicato dall'assemblea del 10 aprile e  da Costituzionebenicomuni.



Ultimo aggiornamento : 20-04-2013 10:10

   
Cita questo articolo nel tuo sito web
Preferiti
Stampa
Invia ad un amico
Articoli correlati
Salva in del.icio.us

Commenti utenti  File RSS dei commenti
 

Valuazione utenti

 


Aggiungi il tuo commento
Solo gli utenti possono commentare un'articolo.

Nessun commento postato



mXcomment 1.0.9 © 2007-2018 - visualclinic.fr
License Creative Commons - Some rights reserved
< Prec.   Pros. >