CPN del18/12
(1 voto)
 

Scritto da Franco Calamida, 19-12-2012 15:42

Pagina vista : 1913

Favoriti : 290

Pubblicato in : PRC Zona 3, PRC Zona 3


Il comunicato che segue esprime giudizi positivi sia sull'assemblea del 16 dicembre ahe sul risultato elettorale di Andrea Di Stefano . Già il segretario Matteo Prencipe aveva segnalato  che Andrea di Stefano aveva raggiunto in zona tre la piùalta percentuale di voto ( 33,65 ) e va aggiunto anche la più alta partecipazione al voto. Credo sia il risultato della pratica del nostro circolo e di una politica unitaria che ha portato anche altre forze ad impegnarsi nella campagna elettorale ( 40 mila volantini ,locandine, assemblea con 300 presenze , la più partecipata della città , che ha visto un nostra attento impegno per la preparazione e realizzazione. 



PRC – Federazione Provinciale –

Si aggrava il contesto politico e sociale in cui operiamo. La crisi dispiega i suoi effetti generando un
impoverimento di ampie fasce sociali popolari e anche di ceto medio. A questa crisi si accompagna la
fine dell’esperienza del governo Monti e l’indizione delle elezioni politiche anticipate nel prossimo mese
di febbraio. Alle lotte sociali degli studenti e di resistenza operaia alla crisi economica, è necessario
dare una risposta ricostituendo una rappresentanza politica della sinistra e dei movimenti antiliberisti.
Siamo quindi tutti impegnati per costruire un quarto polo politico di sinistra, in grado di aggregare una
massa critica sufficiente a superare lo sbarramento elettorale e formulare una proposta politica di
governo alternativa al paese. Per questo partecipiamo alla costruzione del movimento di “Cambiare si
può” e valutiamo positiva l’assemblea milanese dello scorso 16 dicembre, dove sia pure tra
contraddizioni inevitabili, sono emerse spinte unitarie, di reciproco rispetto e pari dignità tra i vari
soggetti, partiti, associazioni e cittadinanza attiva, radicati nel contesto sociale metropolitano.
Auspichiamo che nell’assemblea nazionale del 22 dicembre di “Cambiare si può” emergano posizioni
condivise tra i soggetti proponenti e che contemporaneamente siano date risposte positive degli altri
soggetti interessati al quarto polo (Movimento arancione di De Magistris e IdV). Il quarto polo
antiliberista e di sinistra, autonomo dal centro-sinistra, ha un futuro possibile se tutte queste
esperienze convergeranno unitariamente in una lista e se ciò non fosse praticabile, è opportuno che il
prossimo CPN del nostro partito valuti con attenzione le scelte da fare.
Le recenti primarie civiche per il candidato presidente del centro sinistra lombardo, ha visto il positivo
risultato di Andrea Di Stefano giunto secondo e sostenuto dal nostro partito, dal PdCI e Partito del
lavoro e da esponenti di altre organizzazioni sociali e politiche. Il risultato è particolarmente
significativo a Milano e provincia, dove i nostri compagni/e si sono spesi alacremente in iniziative
unitarie e ben condotte. Grazie ad un programma fortemente innovativo, propositivo ed includente, la
candidatura di Andrea Di Stefano ha reso la sinistra più forte ed in grado di allargare la sua influenza
nell’elettorato della sinistra e del centro sinistra. Ora si tratta di costruire nell’ambito di un’alleanza di
centro sinistra, (l’unica in grado di battere il ritorno della destra di Maroni e di Albertini e chiudere il
ciclo Formigoniano), una lista unitaria della sinistra per un’altra Lombardia con capolista Andrea Di
Stefano. Una lista portatrice di valori programmatici (reddito minimo garantito, sostegno alla scuola
pubblica, fine dei privilegi della sanità privata, revisione del piano delle grandi opere e stop a quelle
non cantierizzate, piano per il lavoro e lotta alla delocalizzazione, lotta alle mafie e ridimensionamento
dell’Expo) che apra una discussione con il candidato presidente Ambrosoli e verifichi i punti di
convergenza.
Ci riconosciamo e consideriamo positivo, l’appello lanciato da personalità della sinistra milanese a
sostegno dell’unità della sinistra e della costruzione di una lista unitaria alle elezioni regionali.
Parteciperemo alla prossima assemblea di venerdi 21 portando il nostro contributo per la nascita di
una lista di Sinistra per Un’altra Lombardia con capolista Andrea Di Stefano. Ritenendo prioritario
l’obiettivo di affermare in regione Lombardia, una forte lista di sinistra in grado di partecipare da
protagonista al cambiamento richiesto da migliaia di cittadini, riteniamo importante che gli organismi
dirigenti regionali si rendano disponibili a una discussione con Andrea Di Stefano e gli altri soggetti
politici, per valutare le diverse forme che la lista potrà assumere (più simboli elettorali o lista di
movimento senza simbolo) sulla base degli interlocutori politici che si renderanno disponibili.
Il Comitato Politico Federale, approva le proposte della segreteria relative alle candidature per la lista
regionale di nostra competenza e da mandato alla stessa di predisporre, in raccordo con la segreteria
regionale, quanto necessario per l’avvio della campagna elettorale e la sottoscrizione delle
candidature.
Il Comitato Politico Federale del PRC Milano
Milano, 18 dicembre 2012

Ultimo aggiornamento : 19-12-2012 15:42

   
Cita questo articolo nel tuo sito web
Preferiti
Stampa
Invia ad un amico
Articoli correlati
Salva in del.icio.us

Commenti utenti  File RSS dei commenti
 

Valuazione utenti

 


Aggiungi il tuo commento
Solo gli utenti possono commentare un'articolo.

Nessun commento postato



mXcomment 1.0.9 © 2007-2018 - visualclinic.fr
License Creative Commons - Some rights reserved
< Prec.   Pros. >