Home arrow Lavoro / Stato Sociale arrow Patto per la produttività : una mostruosità

logo

Patto per la produttività : una mostruosità
(2 voti)
 

Scritto da Franco Calamida, 27-11-2012 09:40

Pagina vista : 1263

Favoriti : 199

Pubblicato in : Lavoro, Lavoro / Stato Sociale


Ho scritto questo articolo per la rivista "Progetto lavoro" pochi giorni prima del varo del  "Patto per la produttività" , che la Cgil non ha firmato e speriamo che mantenga la decisione assunta. Questo nefasto Patto è la concretizzazione degli orientamenti devastanti dell'art. 8

Siamo a circa metà della campagna referendaria  art. 8 e  art. 18 . Importantissima . Conquiste di decenni di lotte sono state cancellate , i colpi più duri sono stati inferti , di recente , dal governo Berlusconi prima e Monti poi . La soluzione finale. La posta in gioco sono le prospettive stesse del movimento operaio nel nostro paese , e della qualità della democrazia , per quanti credono che non vi sia completa democrazia se non c’è democrazia sui luoghi di lavoro. I due referendum sono lostrumento concreto , il solo a disposizione , per il ripristino dl’art.18 e la cancellazione dell’art.8 , ( quest’ ultimo vide il voto contrario del PD)  o  quantomeno  per limitare i danni . Ma ancora non c’è quella ampiezza di mobilitazione , di slancio e determinzione che sarebbe necessaria , non c’è quell’idea del referendum strumento di dialogo sociale  , che incide sul sentire comune, costruisce un fronte esteso nella società , che è la condizione per l’efficacia della campagna. Pesa il mancato , certo inadeguato , coordinamento dei promotori , le scarse , nulle , disponibilità finanziarie , il silenzio dei mass media , il tramonto della cultura politica del lavoro , la frantumazione sociale sotto i colpi della crisi Insomma i referendum sono clandestini . Così pensano quelli che ci lavorano , giorno per giorno .E clandestini sono pure i contenuti : qualcuno conosce l’art. 18 , ma pochi , pochissimi l’art.8 . Di che si tratta? A seguito di “specifiche intese” , tra azienda e sindacati , ogni  movimento sul lavoro potrà essere controllato  da un impianto audiovisivo.L'orario di lavoro per particolari mansioni può salire a 65 ore e però  in qualche mese scendere a 20. Un operaio  specializzato può esser retrocesso  alla qualifica di  generico.Il contratto di lavoro a tempo indeterminato puè essere convertito in un contratto da collaboratore a progetto , rinnovabile di tre mesi in tre mesi,  perdendo il beneficio delle le ferie retribuite. Potrebbero essere abolite le pause alla catena . E altro ancora . Ma è terribile , impensabile solo pochi anni addietro.  Scrive   Luciano Gallino : “ … costituisce un mostro giuridico quale la Repubblica italiana non aveva mai visto concepire dai suoi legislatori….la formulazione dell'articolo 8 non lascia dubbi: esso mira a stabilire per legge che è realmente possibile derogare  allo Statuto dei Lavoratori del 1970, …e alle centinaia di disposizioni legislative introdotte dagli anni 60 in poi , che si trovano citate in calce a ogni manuale di diritto del lavoro . Oltre che ignorare … gli articoli 3 e 39 della Costituzione … Simile mostruosità, se non si vuole far fare un salto indietro di mezzo secolo alla nostra civiltà del lavoro, va … cancellata.” A questo punto possiamo chiederci : quali sono le prospettive per i due referendum ? Nonostante non siano disponibili dati certi sulle firme raccolte , il nostro giudizio , a seguito di molti contatti, è che con un rinnovato impegno e un grande sforzo finale , è possibile raggiungere l’obiettivo . Si voterà nel 2014 , ma ancor prima , un aspetto , importantissimo , è certo : l’estensione della campagna , il numero di firme raccolte , l’impatto politico generale , inciderà sulle scelte di governo in tema di lavoro e diritti del lavoro , in particolare se le elezioni politiche vedranno il successo del centrosinistra.  E sarà una  prima , possibile risposta , se ben gestita , a quanti , ai banchetti , firmano e dicono : “meno male che ci siete voi “ . E’ successo.  
franco calamida

 

 

 

 

 

 


Ultimo aggiornamento : 27-11-2012 09:40

   
Cita questo articolo nel tuo sito web
Preferiti
Stampa
Invia ad un amico
Articoli correlati
Salva in del.icio.us

Commenti utenti  File RSS dei commenti
 

Valuazione utenti

 


Aggiungi il tuo commento
Solo gli utenti possono commentare un'articolo.

Nessun commento postato



mXcomment 1.0.9 © 2007-2018 - visualclinic.fr
License Creative Commons - Some rights reserved
< Prec.   Pros. >
Notizie - Lavoro / Stato Sociale

Newsletter

Tieniti aggiornato con le news della Sinistra di Milano
La Sinistra in Zona - Milano


Ricevi HTML?

Feed RSS

Come fruire di un feed RSS
Sottoscriviti a questo Feed