Home arrow Federazione della Sinistra arrow A.Patta : Bilancio di un anno di attività della Giunta

logo

A.Patta : Bilancio di un anno di attività della Giunta
(2 voti)
 

Scritto da Franco Calamida, 14-06-2012 13:42

Pagina vista : 1877

Favoriti : 408

Pubblicato in : Federazione della Sinistra, Federazione della Sinistra


E' una utile base di discussione per il confronto di giudizi e proposte dell'assemblea del 20 giugno promossa dalla Federazione della sinistra di zona tre in sala del CDZ via sansovino 9 ore 21 .

 

Cambia Milano? Riflessioni a un anno dalla vittoria di Pisapia.

 

E' passato un anno dalla vittoria di Pisapia e della coalizione di centro sinistra a Milano.

Le emozioni, le aspettative e le speranze suscitate in tanta parte dei milanesi, in tutti noi, sono ancora vive e indelebilmente collegate con l'immagine dell'arcobaleno della serata conclusiva della campagna elettorale, quasi un presagio anticipatore di una nuova Alba per la città.

Tutti noi non vedevamo e non vediamo l'ora che si compiano scelte, che si intraprendano progetti, che si mettano in cantiere opere, che mostrino l'avvio del cambiamento atteso, l'apertura a una nuova idea di città, a un nuovo modo di governare.

Purtroppo le scelte fatte nell'anno trascorso non hanno corrisposto alle domande dei ceti sociali che si aspettavano molto di più  in un momento in cui la crisi economica accentua i disagi e precarizza le esistenze.

È apparsa invece prevalere la logica puramente ragionieristica dei conti in ordine, l'adeguamento a scelte nazionali ed europee che, attraverso i tagli, operano per la dismissione del ruolo pubblico nella gestione dei beni comuni.

Gli aumenti dei costi del trasporto pubblico e i tagli sono stati vissuti come un ulteriore e insopportabile peso in continuità con le scelte di un governo che scarica i costi del risanamento sui redditi medio bassi.

Gli entusiasmi, ci sembra, si sono affievoliti, si insinua la delusione, si rischia il disimpegno. Si rischia di dilapidare la straordinaria risorsa umana e politica costituita dalle migliaia di persone disposte a dare il proprio contributo di partecipazione attiva. 

Certo l'anno non è stato facile, l'eredità disastrosa delle giunte di centro destra e i tagli del governo hanno creato grandi difficoltà nel gestire il bilancio del Comune, la chiusura dei conti del 2011 era a rischio, occorreva rispondere in tempi troppo brevi a esigenze obbligate. Ma anche con le difficoltà finanziarie, anche mentre si assumono scelte difficili, sarebbe stato possibile procedere sulla strada dell'ampliamento degli spazi di democrazia partecipata e coinvolgere i cittadini nell'individuazione di priorità socialmente valutate come importanti.

Stenta ad affermarsi la volontà di procedere rapidamente sul decentramento, di fare passi concreti in direzione  dell'istituzione delle municipalità, passo decisivo verso la nascita della città metropolitana.

Il successo di Pisapia è dovuto in gran parte agli straordinari processi partecipativi messi in moto nella lunga campagna dalle primarie alle elezioni; lo scarto tra la grande partecipazione di allora e le titubanze attuali è forse l'elemento che più di tutti rischia di incrinare il rapporto tra la giunta e il sindaco e gli elettori.

I primi mesi del 2012 sono parsi procedere alla stessa maniera: continua a non essere percepibile  il nesso tra aggiustamento dei conti e progettualità. Si ragiona della vendita di una società pubblica, la SEA, nella prospettiva di fare cassa, senza discutere della sua importanza nel sistema della mobilità; si dismette il ruolo pubblico da una parte per sostenere  l'intervento da un'altra.

Noi ci siamo espressi con forza e continueremo a farlo contro la vendita della Sea perché crediamo che il controllo di quella societa' sia importante affinche' il Comune abbia un ruolo decisivo sul futuro della mobilita'  metropolitana.

Una prima significativa inversione di tendenza nell'atteggiamento della giunta si è verificata in occasione del Piano di Governo del Territorio (PGT), dove, anche grazie alle nostre proposte, si è raggiunto il miglior risultato possibile, stante la scelta, per alcuni obbligata, di modificare il PGT della Moratti.

Ora in occasione dell'approvazione del bilancio 2012, è necessario dare una svolta e alcuni segnali in questa direzione sono già emersi. Per esempio con la nuova IMU si introduce, per quanto lo consentono le leggi, un criterio progressivo  nella tassazione con agevolazioni per fasce sociali importanti. L'IRPEF prevede una fascia esente tale da escludere completamente, unico caso forse in provincia di Milano, i redditi fino a 33.500 euro e l'introduzione di una tassazione progressiva per fasce di reddito.

Ora siamo impegnati con la maggioranza a qualificare il bilancio investendo su priorità che avvantaggino le fasce deboli, prima fra tutte la casa, ma anche il sostegno alle fasce colpite dalla crisi e destinando risorse al potenziamento del decentramento e dei processi partecipativi.

Per quanto riguarda l'aumento delle spese nel bilancio del 2012 pensiamo, d'accordo col Sindaco, che sia un bene quando significano più e migliori servizi mentre sono sicuramente da tagliare se si riferiscono a sprechi (consulenze, incarichi onerosi....) o aree di privilegio; siamo impegnati anche noi in questa verifica.

Come Federazione della Sinistra vogliamo intrecciare la nostra riflessione su questi temi, con  un percorso partecipativo fatto di assemblee in tutte le zone della città, nelle quali "ascoltare i cittadini, raccogliere le idee e le proposte sulle scelte necessarie per rispondere alle attese di cambiamento che la vittoria di Pisapia aveva suscitato". Il percorso si concluderà  con un'assemblea cittadina cui sono invitati il Sindaco, i segretari dei partiti, sindacati,comitati e associazioni di cittadini.

Un’ultima riflessione per concludere. Pur non avendo ruoli di giunta, abbiamo continuato a sostenere questa maggioranza, non rinunciando a stimolarla criticamente e con spirito costruttivo, per giungere all'assunzione di scelte in linea con le domande di discontinuità e di cambiamento. Continueremo su questa strada nella certezza che Giuliano Pisapia saprà avviare la fase del rilancio tanto attesa, soprattutto se la nostra voce sarà affiancata da quella di tante cittadine e di tanti cittadini che solleciteremo a partecipare attivamente.  

 

Antonello Patta

 

 

 


Ultimo aggiornamento : 14-06-2012 13:42

   
Cita questo articolo nel tuo sito web
Preferiti
Stampa
Invia ad un amico
Articoli correlati
Salva in del.icio.us

Commenti utenti  File RSS dei commenti
 

Valuazione utenti

 


Aggiungi il tuo commento
Solo gli utenti possono commentare un'articolo.

Nessun commento postato



mXcomment 1.0.9 © 2007-2018 - visualclinic.fr
License Creative Commons - Some rights reserved
< Prec.   Pros. >