Home arrow PRC Zona 3

logo

PRC Zona 3 Milano

Rifondazione Comunista Milano Zona 3IL CIRCOLO PEPPINO IMPASTATO

Il nostro Circolo ha sede nella casa della Casa della Sinistra di via Porpora 45. E’ un Circolo territoriale di Rifondazione Comunista nato dall’unione dei Circoli Tiziana Saporito, Lucio Libertini e Cultura. Le numerose scissioni avvenute nel partito, con la fuoriuscita di molte/i valide/i compagne/i sono state esperienze dolorose che ci hanno spinto alla ricerca di quell’unità che si riteneva – e si ritiene tutt’oggi – indispensabile per dare senso concreto ai nostri valori e forza all’azione politica. Unità sia all’interno del partito, nel superamento del correntismo, che si giudicava già allora ostacolo a ogni ipotesi di significativo radicamento nel sociale; sia all’esterno, con grande attenzione nei confronti degli stimoli provenienti dal mondo del lavoro e dei giovani.

Abbiamo voluto intitolare il nuovo Circolo alla figura di Peppino Impastato, giovane militante comunista siciliano ucciso dalla mafia, per ricordare e onorare la sua intensa, appassionata e scomoda azione politico-culturale sempre volta alla denuncia dei soprusi e delle attività mafiose nella Sicilia di quegli anni.

Ora, a tre anni dalla costituzione, possiamo affermare, non senza una punta di orgoglio, che la nostra ostinata ricerca di unità e collaborazione fra le varie forze della sinistra alternativa, per lo meno nella nostra zona, ha dato buoni frutti. Ne sono alcuni esempi l’attività comune che ci ha visti impegnati nella proficua campagna referendaria per l’acqua come bene comune; la campagna vincente per le elezioni amministrative a Milano; l'organizzazione, insieme a PdCI, SEL e PCL di zona, di un interessante e riuscito convegno sui temi – fondamentali – della crisi e del lavoro tenutosi nel marzo del 2012 presso la sala del Consiglio di Zona 3.

Con la nostra attività nel territorio cerchiamo di valorizzare la politica dei contenuti, il ruolo delle reti di relazioni sociali, i nascenti movimenti culturali, il lavorare insieme, tenendo sempre ben presenti i valori e gli obiettivi che ci contraddistinguono: antifascismo, democrazia partecipata, laicità, tutela dei beni comuni, difesa dei disoccupati, dei precari, dei lavoratori in lotta per il posto di lavoro (l’impegno, insieme alle altre forze di sinistra, nel risolvere il caso INNSE ne è un esempio), dei migranti.

Siamo convinti che, come enunciato nel documento approvato nel nostro primo Congresso di Circolo, “è tempo di ritrovare motivazioni nel fare”, affinché vivano oggi i nostri valori, nella prospettiva del socialismo: un punto di partenza irrinunciabile se vogliamo dare un senso al nostro obiettivo politico, cioè costruire una solida alternativa a Sinistra e superare le difficoltà di questo momento storico!

Questo ci proponiamo di fare, non da soli, nessuno si salva da solo, ma con la partecipazione di quanti lottano con passione contro le ingiustizie e l’arroganza dei più forti contro i deboli.

Questo sito è aperto al confronto, alle idee anche diverse, allo scambio di notizie e informazioni che riguardino il territorio, cioè la nostra zona, che vogliamo più bella solidale e sicura, con attenzione ai problemi concreti del vivere quotidiano, grandi o piccoli, e con la volontà di affrontarli, di non essere rassegnati o indifferenti.

Questo sito è anche tuo.

Circolo Peppino Impastato Zona 3 Milano

Attualità di Carlo Marx.
(1 voto)
 

Scritto da Franco Calamida, 11-06-2018 18:05

Pagina vista : 51

Favoriti : 10

Pubblicato in : PRC Zona 3, PRC Zona 3


Care Compagne, cari Compagni, in occasione del

bicentenario della nascita di Carlo Marx,

il Circolo P. Impastato – Partito della Rifondazione

Comunista – Municipio tre, ha deciso

di organizzare una serata, presso la nostra

sede in Via Porpora 45, alle ore 20.45 del

12 giugno 2018, per discutere del suo

pensiero e dell’attualità delle sue opere .

Sarà con noi il Prof. Mario Cingoli,

dell’Università della Bicocca. Convinti di aver posto

una questione importante, che riscuoterà

la vostra approvazione, v’invitiamo a essere

presenti numerosi, e di estendere il nostro invito con

i modi che sceglierete. Fraterni saluti, Silvio Manera.


Ultimo aggiornamento: 11-06-2018 18:05

Commenti degli utenti Cita questo articolo nel tuo sito web Preferiti Stampa Invia ad un amico Salva in del.icio.us Articoli correlati Leggi tutto...
R.Musacchio: 2019 elezioni europee.
(1 voto)
 

Scritto da Franco Calamida, 30-04-2018 18:16

Pagina vista : 68

Favoriti : 21

Pubblicato in : PRC Zona 3, PRC Zona 3

Questo articolo di Roberto Musacchio , pubblicato sulle news del PRC , rivolge a tutti un invito :

cominciamo a discutere della situazione europea e delle elezioni del prossimo anno.

Giustissimo. Necessario sarebbe un bilancio dell'esperienza Tsipras , in Grecia e nel nostro paese,

relativamente alla mobilitazione aggregazione ed aspettative che seguirono il positivo risultato elettorale.

Critico, a mio giudizio . Grave è che si sia estinta , più che conclusa . Necessario e dovuto agli elettori è un

bilancio dell' attività degli eletti . E ovviamente cominciare a ragionare su quale europa . 

 

franco calamida

Ultimo aggiornamento: 30-04-2018 18:16

Commenti degli utenti Cita questo articolo nel tuo sito web Preferiti Stampa Invia ad un amico Salva in del.icio.us Articoli correlati Leggi tutto...
19 Aprile : Corteo sonoro a Città Studi
(1 voto)
 

Scritto da Franco Calamida, 10-04-2018 17:04

Pagina vista : 189

Favoriti : 23

Pubblicato in : PRC Zona 3, PRC Zona 3


CORTEO SONORO PER CITTÀ STUDI

19 Aprile alle 18.30

in Piazza Leonardo da Vinci

I residenti di Zona3

gli studenti, i ricercatori, i lavoratori e i docenti

della Statale lanciano un Corteo Sonoro

per dire No al trasferimento delle facoltà

scientifiche ad Expo e Sì al loro sviluppo nella storica

sede di Città Studi! Ci troveremo in Piazza Leonardo

da Vinci di fronte al Politecnico, per

percorrere in corteo via Celoria, via Ponzio,

via Mangiagalli, via Saldini, via Beato Angelico,

via Aselli, via Inama, per arrivare in Largo Murani.

Ci sarà chi suonerà degli strumenti

musicali o anche solo un tamburello, una tromba

o un fischietto. Magari anche una pentola

col mestolo sarà sufficiente per fare sentire

che vogliamo bene al nostro bel quartiere,

che non vogliamo che venga distrutto portando

via ospedali e università.

Siamo preoccupati non solo del futuro di Città Studi

ma di quello di tutta la città di Milano a cui

si vuole espiantare il suo centro scientifico

in favore delle aree dismesse ex Falck a

Sesto San Giovanni e ex Expo a Rho.


Ultimo aggiornamento: 10-04-2018 17:04

Commenti degli utenti Cita questo articolo nel tuo sito web Preferiti Stampa Invia ad un amico Salva in del.icio.us Articoli correlati Leggi tutto...
Roma ubbidisce a Erdogan di S.Galieni
(1 voto)
 

Scritto da Franco Calamida, 05-04-2018 17:18

Pagina vista : 128

Favoriti : 24

Pubblicato in : PRC Zona 3, PRC Zona 3

Pubblichiamo questo articolo di S.Galieni estratto dalle news di Rifondazione comunista.

Si tratta di una giusta , sacrosanta denuncia dell' operto del dittatore Erdogan che

bombarda e uccide i curdi definendoli terroristi . Si tratta di  quei curdi , e donne curde ,

che hanno sconfitto , con coerenza e coraggio il cosiddetto Stato Islamico , cioè i

tagliagole , loro si veri terroristi . Una terribile ingiustizia . Franco Calamida.

Ultimo aggiornamento: 05-04-2018 17:18

Commenti degli utenti Cita questo articolo nel tuo sito web Preferiti Stampa Invia ad un amico Salva in del.icio.us Articoli correlati Leggi tutto...
La posizione del Prc sull' esito elettorale
(0 voti)
 

Scritto da Franco Calamida, 05-03-2018 19:23

Pagina vista : 167

Favoriti : 45

Pubblicato in : PRC Zona 3, PRC Zona 3


Acerbo (Prc): «Sconfitta di Pd e Berlusconi assai positiva. Potere al popolo scelta giusta che sapevamo difficilissima» Maurizio Acerbo, segretario nazionale di Rifondazione Comunista, esponente di Potere al popolo, dichiara: «Oggi milioni di italiani sono felici per avere travolto una classe dirigente arrogante. La sconfitta del Partito Democratico di Renzi e più in generale della classe dirigente del centrosinistra e dello stesso Berlusconi è certamente un fatto positivo. Che i responsabili di politiche antipopolari che si preparavano al governo di “larghe intese” escano fortemente ridimensionati non può che farci piacere. Noi però non possiamo gioire. L’orrenda propaganda xenofoba della Lega ha sfondato anche perché si è potuta presentare come sociale e popolare grazie a un PD forsennatamente neoliberista. Purtroppo non è stata un nuova sinistra radicale a incarnare il desiderio di rottura ma un partito come il Movimento 5 Stelle, che è stato percepito come lo strumento più efficace per farla finita con i responsabili della crisi sociale che vive il nostro paese. Anche se ha raccolto tanti voti di sinistra, il M5S ha tenuto su temi fondamentali come l’immigrazione un profilo ambiguo e a volte simile a quello dei leghisti. In assenza di una proposta di sinistra forte e di rottura col passato, il malcontento non poteva che andare in altre direzioni. Il risultato di LeU conferma che avevamo ragione quando dicevamo che solo una sinistra nuova e radicale poteva chiamare a raccolta i giustamente delusi e arrabbiati. Non potevano essere i leader del centrosinistra defenestrati da Renzi i campioni della rinascita della sinistra. Lo abbiamo ripetuto in tutte le lingue inascoltati. Con Potere al popolo abbiamo fatto una scelta etica e politica coraggiosa e che sapevamo difficilissima. Non possiamo nasconderci che il risultato elettorale è insoddisfacente ma il patrimonio di energie militanti che si è riaggregato e che ha consentito in due mesi una campagna senza soldi e nella quasi totale invisibilità mediatica è un potenziale importante. L’entusiasmo e la partecipazione che il progetto ha suscitato avevano creato aspettative forse eccessive, considerato che milioni di persone neanche hanno potuto conoscere la nostra lista. Il movimento che abbiamo contribuito a creare è solo un primo passo. Grazie a tutte le compagne e i compagni di Rifondazione Comunista per aver lavorato con grande impegno per tenere aperta una speranza in questo paese. Non ci lasceremo demoralizzare: lavoriamo già da oggi per il rilancio di Rifondazione Comunista e del progetto di Potere al popolo. Il fallimento delle politiche neoliberiste produce instabilità e imbarbarimento della società. E richiede da parte nostra senso di responsabilità: dobbiamo lavorare senza autoreferenzialità e con umiltà, per costruire un'alternativa di sinistra radicale e popolare». 5 marzo 2018

Ultimo aggiornamento: 05-03-2018 19:23

Commenti degli utenti Cita questo articolo nel tuo sito web Preferiti Stampa Invia ad un amico Salva in del.icio.us Articoli correlati Leggi tutto...
<< Inizio < Prec. 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 Pross. > Fine >>

Risultati 1 - 9 di 115