Vogliono svendere l’ex municipio di crescenzago

riaffermare e rivendicare il valore di bene pubblico e di presidio civile e culturale dell’edificio di Piazza Costantino

Dopo l’immediata reazione delle cinque associazioni che hanno sede nell’ex municipio e lo stupore di buona parte degli abitanti di Crescenzago, è toccato al Consiglio di zona 2 esprimersi all’unanimità contro la vendita della palazzina. Siamo ormai alla frutta; dopo aver privatizzato tutto ciò che era possibile, ora si vendono i gioielli di famiglia incuranti della storia e della cultura di questa città.

Le cinque associazioni, intenzionate a resistere e a dimostrare il consenso attorno alle loro ragioni, hanno lanciato una petizione popolare che è possibile firmare presso la sede di piazza Costantino.

Petizione a:

Le persone che sottoscrivono la presente petizione, nel riaffermare e rivendicare il valore di bene pubblico e di presidio civile e culturale dell’edificio di Via Adriano 2/Piazza Costantino 1, denominato ex Municipio di Crescenzago, dichiarato di “interesse storico e artistico” e vincolato nel 2005 dalla Sovrintendenza Regionale; sede delle Associazioni ANPI di Crescenzago, Corpo Musicale di Crescenzago, Il Circolino, Cooperativa di cultura popolare Don Milani, Legambiente di Crescenzago,

RICHIEDONO che

l’edificio non venga dismesso ed alienato a privati (come da Delibera del Consiglio Comunale, P.G. 830940/2007); rimanga di proprietà comunale e continui ad essere sede delle Associazioni sunnominate;

si accolga il parere del Consiglio di Zona 2 che chiede “ il blocco della dismissione dell’immobile, il conseguente stralcio dalla stessa delibera e il mantenimento dell’attuale uso alle Associazioni locate”

(Mozione approvata all’unanimità il 27 marzo 2008).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *